Monte Summano

Il cammello della Valdastico (m 1296)

 

La cima del Monte Summano fa parte della catena del Monte Novegno, ed è la prima montagna che si vede percorrendo l'autostrada Valdastico verso Piovene Rochette.

E' caratterizzata proprio da una doppia cima che la fa sembrare le gobbe di un cammello.

L'ultimo paese che si incontra prima di prendere la strada per la cima è S.Rocco.

Monte Summano - S.RoccoMonte Summano - S.Rocco

Monte Summano - passo del Colletto

Al passo del Colletto si iniziano a trovare delle postazioni per una batteria in caverna. Le caverne sono due ma solo una è visitabile e presenta due postazioni da cannone. Presumibilmente anche la galleria franata aveva le stesse caratteristiche.

La dorsale della montagna, che si collega al Monte Novegno, presenta anche una serie di trinceramenti.

Monte Summano - galleriaMonte Summano - camminamento

Per raggiungere la galleria, guardando l'ingresso di quella franata (la prima che si incontra), procedete a destra rimanendo sopra la strada. E' circa ad una cinquantina di metri.

Monte Summano - postazione in galleriaonte Summano - entrata postazione in galleriaMonte Summano - postazione in galleria

Monte Summano - postazione in galleriaMonte Summano - postazione in galleria

La strada prosegue sterrata, a tratti anche cementata, fino al Santuario dove non è più possibile proseguire. Oltre ad un rifugio, l'area è attrezzata anche per pic-nic.

Monte SummanoMonte Summano - strada di accessoMonte Summano - Santuario

Dal Santuario si procede a piedi verso la cima. Dopo pochi metri di salita si rimane già senza fiato, ma non per la fatica, ma per il panorama che si apre a 360°!

Si può riconoscere il paese di Santorso,

Monte Summano - Santorso

Monte Summano - Monte Enna

Monte Summano - NovegnoMonte Summano - passo tra Novegno e Summano

Tonezza e il Monte Cimone,

Monte Summano - panorama verso TonezzaMonte Summano - Tonezza e il Monte CimoneMonte Summano - Monte Cimone

il Monte Cengio,

Monte Summano - Monte Cengio

cima Portule e Cima XII,

Monte Summano - Cima Portule e Cima XII

il Costo,

Monte Summano - Costo

Monte Summano - Forte Interrotto e Monte Rasta

le Dolomiti,

Monte Summano - Dolomiti

il Monte Grappa.

Monte Summano - Monte Grappa

Sulla cima del monte la croce di 16 metri con un Cristo in acciaio in una posa un po' insolita, con la mano alzata al cielo. L'espressione del viso mostra tutta la sofferenza della crocifissione. (Per i dettagli dell'opera visitare il sito dello scultore Giorgio Sperotto)

Monte Summano - croce

Intorno altre postazioni per una batteria di 4 cannoni, simile a quelle del Monte Novegno.

Monte Summano - postazioni per cannoniMonte Summano - postazioni per cannoniMonte Summano - postazioni per cannoni

Altre foto intorno alla cima e alcuni panorami:

Monte SummanoMonte Summano

Monte SummanoMonte Summano

Nota importante di cultura popolare della zona di Schio, un proverbio dice:

se il suman gha il capeo, se 'ncò xe bruto doman xe beo - tradotto: se il monte Summano ha il cappello (di nuvole), se oggi è brutto tempo domani sarà bel tempo. Si attendono commenti meteorologici di verifica ....


 



Come si raggiunge:

Da Santorso (VI) in direzione del paese di S.Rocco. Arrivati al paese si trovano le indicazioni per il Monte Summano.


 



Mappe Interattive:



Monte Summano
SCHEDA PERCORSO
Provincia:Vicenza
Comune:Santorso
Coordinate punto di arrivo:45.76007 - 11.39453
(45°45'36" N - 11°23'40" E)
Altitudine di arrivo (m):1296
Difficoltà del percorso:T - Turistico
Ore a piedi (esclusa visita):45 minuti
Come si raggiunge:A piedi
Tipologia:Paesaggistico, Storico, Panoramico




Storia: (tratta dai tabelloni trovati in loco)

Il santuario di Monte Summano sorge in una spaziosa conca a m 1188 di altitudine. Fu ricostruito nel 1892 dov'era e com'era dopo che, a seguito dell'allontanamento dei Girolimini avvenuto nel 1777, era andato in rovina.

Monte Summano

Si entra attraversando l'ampio pronao coperto che delimita la facciata. Antiche e poderose colonne in pietra dividono le chiesa in tre navate. Dall'altare maggiore l'immagine della Vergine accoglie sorridente i visitatori, mentre sotto l'altare una tomba racchiude le spoglie del Beato Antonio da Brescia, famoso rettore di questo santuario. Due semplici altari laterali sono dedicati a S.Prosdocimo e a S.Girolamo. All'uscita della chiesa, dove una volta sorgeva il convento dei frati, è interessante osservare l'antica vera da pozzo con la data del 1505.

La grande Croce in calcestruzzo alta 16 metri e recentemente completata con il Cristo d'acciaio, opera dello scultore maranese Giorgio Sperotto, si erge a qualche centinaia di metri a quota 1296. Di lassù si domina il magnifico ed emozionante panorama della pianura vicentina.

Tratto dal sito www.comune.piovene-rocchette.vi.it

Il Monte Summano è stato da sempre meta di pellegrinaggi. I reperti archeologici testimoniano infatti la presenza di un antico luogo di culto pagano dedicato al dio Summano, che continuò ad essere frequentato anche in epoca romana. Con l'evangelizzazione avvenuta secondo la tradizione ad opera di S.Prosdocimo, primo vescovo di Padova, il Summano venne dedicato alla Vergine Maria. In seguito vi venne costruito un santuario, considerato tra i più antichi del Veneto, alla cui custodia furono destinati dei religiosi eremiti, sostituiti dal 1492 dai frati Girolimini che rimasero fino al 1774, anno in cui la Repubblica Veneta decretò lo scioglimento di numerosi conventi.

Tratto da Wikipedia

Il Monte Summano è una montagna delle Alpi alta 1.296 m. Per la sua particolare collocazione, il monte rappresenta un elemento importante del paesaggio vicentino.

La montagna ha una flora molto particolare derivante dal fatto che fin dall'antichità il monte era oggetto di pellegrinaggi. La tradizione voleva che ogni viandante portasse, come dono al monte, i fiori della terra di provenienza del visitatore.

Numerose sono le leggende su questo monte. Il monte può essere anche considerato l'emblema della resistenza pagana alla cristianizzazione del Veneto. Ciò è confermato dal fatto che la città di Vicenza non ebbe un vescovo prima del 590. L'agiografia del presunto san Prosdocimo dice che il santo distrusse il tempio esistente sulla vetta del monte nel 79: il racconto accredita la tesi secondo cui i pagani avrebbero rubato l'agape dei cristiani. Molte le ipotesi intorno alla divinità cui sarebbe stato tributato culto sulla sommità del monte. Alcuni sostengono che sulla cima del monte vi fosse un tempio al dio Plutone, ipotesi suggerita dalla presenza sul monte della grotta detta Bocca Lorenza: il nome di questa grotta deriva dalla scomparsa nei suoi meandri di una pastorella (il mito trova delle similitudini con il racconto mitico del rapimento di Proserpina da parte di Plutone). Altri culti tradizionalmente legati al monte Summano sono quelli tributati a Giove Summano e ai Mani.

Durante il periodo fascista, per esorcizzare le divinità presenti sul monte, vi venne eretta una croce in calcestruzzo di notevoli dimensioni. La croce venne gravemente danneggiata da un fulmine di grande potenza: a quel punto, la croce venne dotata di un consistente parafulmine.

Nel 1987, i giornali hanno riportato la notizia di sacrifici animali da parte di un gruppo di politeisti vicentini. Negli anni novanta, a motivo di questi culti, il vescovo del tempo, Pietro Nonis, decide di aggiungere alla croce anche la sagoma di Cristo.


 

Data visita: 16/11/2008
Creato il: 25/08/2009

Autore: Corrado DZ.

 

Altri itinerari nelle vicinanze:




;-) :-) :-D :-( :-o :-O B-) :oops: :-[] :-P
Commento
E' possibile modificare le sottoscrizioni o l'invio automatico di nuovi commenti inseriti di questa pagina su Iscriviti a Montagnando.
Per la rimozione dei propri commenti scrivere a montagnando@montagnando.it
Ci riserviamo il diritto di eliminare i commenti ritenuti diffamatori, pubblicitari e non inerenti al contenuto.
Per prevenire lo SPAM automatico, inserisci nella text-box il testo che visualizzi nell'immagine. Inoltre controlla che il tuo browser supporti i cookie, altrimenti il sistema non riconoscerà il controllo e non ti sarà inserito il commento. Grazie.
Aggiorna Captcha »
summano..non vulcano
mi spiace deludervi, ma il monte Summano non è affatto un vulcano. come la maggior parte delle nostre montagne è composto da rocce calcaree (dolomia) ed è pure molto ricco di sorgenti. La forma particolare a doppia gobba e la posizione ottimale han fatto si che fosse scelto come luogo in cui erigere un santuario, molto frequentato ed attivo dal III sec a.C. al IV sec d.C. ;-)
Laila # 04/08/2016 18:56:27
monte summano vulcano
Si hai ragione, il monte summano è un vulcano spento ma gli anziani del posto dicono che si riattiverà:-(
Pato1997 # 17/07/2011 21:54:50
il monte summano
ma era un vulcano??????????:-[]:-[]:-[]:-[]:-[]:-[]:-[]:-[]
Filippo # 24/09/2010 17:03:34
Breve storia del Monte Summano
La superba mole dl monte Summano, mi ha stimolato a scrivere due note sulla
"sacralità" che da millenni riveste il nome ed il luogo di questo bellissimo monte.
Senza dubbio noto al popolo Etrusco di cui a Santorso (antica Salzena), nella Caverna di Bocca Lorenza, sono stati rinvenuti reperti archeologici a loro ascrivibili, probabilmente il Summano deve il suo nome al dio mitologico etrusco SUMMAMUN, entrato poi nella mitologia romana con la piccola variante di SUMMANUS. Questo, era considerato la divinità  da cui dipendevano i fulmini notturni, che si riteneva generati dagli inferi e diretti al cielo, in contrapposizione con Giove, padre degli dei, al quale spettavano le saette diurne. Il dio SUMMANUS, rappresentato come caprone nero, era festeggiato il 20 giugno, durante la festività detta Summanalia, durante la quale si immolava un caprone nero e si banchettava con focacce di farina.
Il tempio del dio SUMMANUS era collocato a Roma nei pressi del Circo Massimo. E'
indubbio il legame con il mondo dell'oltre tomba. Alcuni studiosi ritengono che il nome Summano derivi dal latino SUMMUS MANIUM, ovvero è il più grande dei Manesì (divinità  che per gli antichi romani rappresentavano le anime dei cari estinti), altri lo legano al culto del dio Plutone, altri ancora ritengono che l'etimo di Summano possa derivare da SUB MANE - sul fare del giorno è ed indubbiamente, dalla cima del Summano si gode lo spettacolo dell'alba da mozzare il fiato! Alla caduta dell'impero romano, le popolazioni germaniche che transitarono e/o si stabilirono nel territorio scledense, non rimasero di certo insensibili al fascino di questo monte. Narra Tacito (Germania) che gli antichi germani non edificavano templi ai loro dei, bensì dedicavano loro un monte o una foresta, luoghi a loro sacri. Così, secondo la tradizione dei Germani, ritengo sia stato per i Goti e Longobardi che si stabilirono nell'Alto Vicentino, ai quali, probabilmente, non sfuggì la suggestiva bellezza del "monte Summanus" il cui n...
Giuseppe # 26/08/2009 12:34:03


IMPORTANTE: Il materiale presente nel sito è puramente indicativo. L'utilizzo libero e personale delle informazioni, contenute all'interno del sito, è e rimane di responsabilità dell'utente. Non ci si assume alcuna responsabilità giuridica nel caso di incidente o danni di qualsiasi genere ed origine nell'uso del citato materiale. La visualizzazione o la stampa di informazioni contenute nel sito www.montagnando.it implicano, in modo imprescindibile, la presa visione e l'accettazione di quanto contenuto nell'allegata NOTA INFORMATIVA DI RESPONSABILITA' riguardante la "responsabilità dell'utente" nell'utilizzo delle sopracitate informazioni.

Attenzione: per visualizzare gli annunci pubblicitari viene utilizzato un cookie DoubleClick DART. L'utilizzo di questo cookie consente a Google di pubblicare annunci mirati per gli utenti. Questi cookie non permettono in alcun modo di identificare personalmente l'utente e non includono dati personali.





In questo sito utilizziamo cookies di profiliazione e di terze parti per l'inoltro di pubblicità mirata. Nell'informativa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Continuando a navigare in questo sito acconsenti all'uso dei cookies. Ok Informativa

- Stampa -