Forte Tombion

Fortificazione italiana della Grande Guerra (m 300)

 

Dove la valle del Brenta si fa più stretta, lungo la strada statale, dopo esserci passati vicini tantissime volte ci siamo detti: "fermiamoci". Pensavamo solo di vedere un po' più da vicino quanto si scorge passando dalla strada ma, con un po' di fortuna, abbiamo scoperto una parte del forte ancora nascosta.

Parcheggiata la macchina nei pressi del ristorante abbiamo visitato le costruzioni vicine. Sembra stiano risistemando un po' le cose.

Forte Tombion

Forte Tombion

Forte Tombion

Forte Tombion

Guardandoci attorno scorgiamo dall'altra parte della strada una caponiera. Un sottopassaggio ci permette di attraversare senza pericolo la trafficosa strada statale.

Forte Tombion - Caponiera nord

Forte Tombion - Caponiera nord

Forte Tombion - Caponiera sud

Forte Tombion - Caponiera sud

Dall'altra parte un muro, dove passa la ferrovia, ci blocca la visione, ma proseguendo un po' più avanti un passaggio, normalmente chiuso da un cancello, ci permette di entrare all'interno del forte

Forte Tombion - passaggio alla caserma

Forte Tombion - passaggio alla caserma

E questa è la parte nascosta

Forte Tombion - alloggi

Forte Tombion - alloggi

Forte Tombion - alloggi

Forte Tombion - alloggi

Forte Tombion - controscarpa alloggi

Forte Tombion - controscarpa alloggi

La caponiera sud con dei gradini piuttosto alti ....

Forte Tombion - Caponiera sud

Forte Tombion - Caponiera sud

Forte Tombion - feritoia fucilieri

Forte Tombion - feritoia fucilieri

e la caponiera nord.

Forte Tombion - Caponiera nord

Forte Tombion - Caponiera nord

Forte Tombion - Caponiera nord

Forte Tombion - Caponiera nord

L'unica pozza d'acqua che abbiamo trovato era anche abitata.

Forte Tombion - Girini

Forte Tombion - Girini


Come si raggiunge:

Da Bassano del Grappa (VI) lungo la strada statale Valsugana in direzione Trento. Poco dopo aver passato Cismon del Grappa è visibile sulla sinistra. Per attraversa la strada ( Da Bassano del Grappa (VI) lungo la strada statale Valsugana in direzione Trento. Poco dopo aver passato Cismon del Grappa è visibile sulla sinistra. Per attraversa la strada (anche con la macchina) utilizzate il sottopassaggio.


Mappe Interattive:

Forte Tombion

SCHEDA PERCORSO
Zona:Massiccio del Grappa
Provincia / Comune:Vicenza / Cismon del Grappa
Categoria:Fortificazioni
Tipologia:Storico
Periodo storico:Prima Guerra Mondiale
Coordinate punto di arrivo:45.937942 - 11.724919
(45°56'16" N - 11°43'29" E)
Altitudine di arrivo (m):300
Difficoltà del percorso:T - Turistico
Ore a piedi:
(andata e ritorno, esclusa visita)
Come si raggiunge:A piedi, In auto, In mountain bike


Altre Foto:

Il forte.

Forte Tombion

Forte Tombion

Forte Tombion

Forte Tombion

Gli alloggi.

Forte Tombion - Alloggi

Forte Tombion - Alloggi

Forte Tombion - Alloggi

Forte Tombion - Alloggi

Forte Tombion - Alloggi

Forte Tombion - Alloggi

Forte Tombion - Alloggi

Forte Tombion - Alloggi

Caponiera sud.

Forte Tombion - Caponiera sud

Forte Tombion - Caponiera sud

Caponiera nord con veduta verso valle.

Forte Tombion - Caponiera nord

Forte Tombion - Caponiera nord

Forte Tombion - Caponiera nord

Forte Tombion - Caponiera nord

Forte Tombion - Caponiera nord

Forte Tombion - Caponiera nord

Forte Tombion - Caponiera nord

Forte Tombion - Caponiera nord


Storia:

(tratta dai tabelloni trovati in loco)

Edificato tra il 1884 ed il 1885, prima componente del complesso fortificatorio noto come "Fortezza Brenta - Cismon" era una "Tagliata", cioè un'opera di sbarramento stradale, posta a cavallo della strada internazionale Bassano-Trento, nel punto in cui il Canale del Brenta presenta la sua larghezza minima. Consisteva di due batteria in casamatta poste perpendicolarmente alla strada e rivolte una a nord e una a sud, ambedue ad un solo piano, di un edificio a casamatta adibito ad alloggio a due piani tra le prime due e di un edificio a due piani (ospitante anche la polveriera) defilato e parallelo al percorso stradale.

Disponeva di cisterna e di fontana perenne. L'armamento previsto all'entrata in servizio era di 10 obici da 150 GRC/RET (Ghisa Rigato Cerrchiato a Retrocarica) e 4 mortai da 15 AR/RET (Acciaio Rigato a Retrocarica). Due fossati larghi 6 metri e profondi 5 con pareti lastricate in pietra, proteggevano sia il lato nord, verso Primolano, sia il lato sud, verso Cismon. Tali fossati erano superati solo attraverso due ponti metallici scorrevoli, i cui alloggiamenti erano collocati in nicchie a volta ancora visibili in corrispondenza del muraglione della ferrovia, lateralmente alla superstrada della Valsugana. Il presidio era di 180 uomini, cui potevano aggiungersene, in tempo di guerra, altri 180. Subito a valle della Tagliata Tombion, la strada di fondovalle, si staccava la cosiddetta "Strada del Genio", un'ardita camionabile militare, aperta già prima del 1893, che permetteva di giungere a Fastro, via Col del Gallo e sella di Val Nevera, senza passare per Primolano. Tra il 1909 ed il 1910 la Tagliata venne modificata per permettere il transito della nuova linea ferroviaria Trento-Venezia: un tunnel in parte artificiale (verso Cismon) ed in parte in roccia, attraversava l'opera e poteva essere sbarrato da due cancelli metallici muniti di feritoie.

Tagliato fuori dalle operazioni belliche fin dall'inizio del conflitto, il forte Tombion venne gradualmente privato di quasi tutto il suo armamento fino al momento della radiazione definitiva della Fortezza Brenta-Cismon nel Novembre 1916. Divenne semplice magazzino di transito per le salmerie del Regio Esercito. Venne parzialmente demolito dagli Italiani il 13 Novembre 1917 durante il ripiegamento al Grappa, conseguente alla ritirata dell'esercito dopo il disastro di Caporetto. Ulteriori distruzioni derivano da azioni partigiane nel 1944 e dall'ampliamento della sede stradale negli anni '70/80.


Data visita: 12/05/2007
Data pubblicazione: June 30, 2007

Autore:

Altri itinerari nelle vicinanze

Strada del Genio

Sentiero panoramico sulla Valsugana
T - Turistico - 3 ore 40 minuti
Inizio percorso a: 0.7 Km

Forte Coldarco - Stella

Postazione di artiglieria italiana della Grande Guerra
T - Turistico - 30 minuti
Inizio percorso a: 2.8 Km

Commenti

alberto
July 17, 2017
Tombion Visita

Ciao Irene,

concordo sul sito come ottima risorsa.
Se hai bisogno di altre informazioni anche io ho fatto visita al Tombion
(anche per la mia tesi di laurea),compresa parte ad est della ferrovia, e ad altri manufatti ancora esistenti, queste zone sono ricche di storia.
Son curioso di capire il percorso che avevi in mente,
chiedimi pure altre info, se posso aiutarti!
alberto.pego88@gmail.com
Alberto :-)

Corrado
July 17, 2017
Re: Tombion2017

Ciao Irene,
sono passato l'anno scorso e la situazione non mi sembrava cambiata molto.
Il cancello d'ingresso era ancora chiuso. Prova a chiamare l'albergo di fronte al forte: 0424 92130

Grazie per i complimenti!

Corrado

Irene
July 17, 2017
Tombion2017

Ciao! Innanzitutto complimenti per il sito, davvero molto bello! Sono capitata qui perché stavo organizzando un viaggio alla scoperta dei forti italiani ed austriaci. Ho solo una domanda (poiché la data della tua visita è di 10 anni fa): ora come ora cosa ne resta del forte? E' ancora bello come gli anni scorsi?

Alberto
Nov. 11, 2015
Tombion

Ciao Nicola, molto lieto
Si potrebbe organizzare un'uscita con qualche appassionato qui presente e fare assieme la Strada del Genio o visitare il Tombion, per quest'ultimo servirebbe autorizzazione del proprietario del Ristorante, ha lui la key d'accesso!

Nicola
Nov. 9, 2015
tombion

alberto sentiamoci dammi un numero che ci parliamo :-)

Alberto
Nov. 3, 2015
Progetto per il Tombion

Ciao a tutti, ne approfitto per fare i complimenti per l'organizzazione del sito.
Io ci sono stato a visitare il Forte, sia la parte visibile sia quella nascosta da ferrovia.
Per chi volesse, la Strada del Genio (che devo ancora scoprire se hanno finito i lavori di sistemazione)si può prendere, venendo da Sud,al termine di via Vanini, adiacente al vecchio casello, appena alla fine del paese, a nord. Si raggiunge via Vanini proveniendo dal centro di Cismon dG, mediante via Porteghetti. Altrimenti venendo da Nord, prendete l'uscita per Cismon del Grappa, e dopo un paio di sottopassi girate a sinistra ;-)
Potete lasciare l'auto appena prima dei binari, vedrete un cartello in legno con l'indicazione, il percorso inizia e prosegue per circa 200 metri a margine del muro di protezione della scarpata.

Attualmente ho iniziato un percorso di analisi per la mia Tesi di Laurea (Ing edile) sul Tombion: mi piacerebbe realizzare una specie di dormitorio/bivacco-piccolo museo itinerante (collegato agli altri forti più o meno visitabili dello Sbarramento Brenta-Cismon)per i turisti e cicloturisti di passaggio!
Mi piacerebbe sentire Vostre eventuali proposte per far tornare utile e sfruttabile questo gioiellino di Cismon del Grappa.

https://www.google.com/maps/d/edit?mid=zfIK55GMzDcI.kOw3GsP1Q0ns

Gigetto
Sept. 1, 2014
Informazioni

Ciao. Ci sono stato pochi giorni fa e tranne il rudere visibile dalla strada non ho visto nient'altro. Vedendo tutte queste foto rimango basito. Per favore spiegatemi da dove si accede perché ci voglio tornare e vedere tutto. Grazie e a presto.

Corrado
Feb. 5, 2014
Re: Informazioni

Ciao Simone e grazie per i complimenti.
Se c'e' non lo abbiamo ne visto ne trovato.

Corrado

Simone
Feb. 4, 2014
informazioni

è da qualche tempo che guardo il vostro sito e devo dire che siete veramente bravi nei dettagli e nelle spiegazioni che poi sono aggiunte di foto molto chiare. ora dopo questi elogi,sicuramente dovuti perchè ve li meritate, vi volevo chiedere se dalla statale esiste un sottopasso che mi porti al di là della ferrovia da dove dovrebbe iniziare la strada del genio grazie per le informazioni ciao a tutti simone

Lucia
Sept. 26, 2010
Informazioni e curiosità

Ciao, sono Lucia e da qualche tempo apsso per di la in moto mentre vado a Baselga di Pinè. Io sono di Padova. Ho visto l'altro giorno della gente salire con tanto di elmetto, proprio dall'entrata laterale alla Valsugana e mi chiedevo.. voi ne sapete nulla? Mi piacerebbe moltissimo visitarla, ma appunto a piedi.

Intanto vi ringrazio per la preziosa collezione di fotografie e di tutte le spiegazioni, sono precise ed hanno aumentato la voglia di visitarla!

Lucia.