Forte di Santa Margherita

Fortificazione italiana della Grande Guerra (m 186)

 

Forte di Santa Margherita

Forte di Santa Margherita

Forte di Santa Margherita

Forte di Santa Margherita

Il forte di Santa Margherita è gemello del Forte Fagagna e del Forte di Col Roncone, costituito da un'unica casamatta in due piani con il piano superiore per i 4 cannoni in cupola girevole.

Forte di Santa Margherita

Forte di Santa Margherita

Il forte è stato utilizzato dall'esercito come polveriera fino alla fine del secolo scorso, sono evidenti due altane.

Nel 2002 è stato acquistato dal comune di Moruzzo per essere utilizzato per manifestazioni locali. All'interno è stato ricavato sicuramente un bar.

Forte di Santa Margherita

Forte di Santa Margherita

Forte di Santa Margherita

Forte di Santa Margherita

Forte di Santa Margherita

Forte di Santa Margherita

Forte di Santa Margherita

Forte di Santa Margherita

Purtroppo al momento della visita il cancello d'ingresso era chiuso e non è stato possibile avvicinarsi all'opera.


Come si raggiunge:

Da Fagagna (UD) in direzione Moruzzo e quindi per Santa Margherita. Dal centro del paese si prosegue per Alnicco lungo via Belvedere. Il forte si trova a sinistra lungo la strada.


Mappe Interattive:

Forte di Santa Margherita

SCHEDA PERCORSO
Zona:Medio Friuli
Provincia / Comune:Udine / Moruzzo
Categoria:Fortificazioni
Tipologia:Storico
Periodo storico:Prima Guerra Mondiale
Coordinate punto di arrivo:46.112791 - 13.156621
(46°6'46" N - 13°9'23" E)
Altitudine di arrivo (m):186
Difficoltà del percorso:T - Turistico
Ore a piedi:
(andata e ritorno, esclusa visita)
Come si raggiunge:A piedi, In auto, In mountain bike


Storia:

(tratta dai tabelloni trovati in loco)

All'inizio del 1900 lungo tutta la frontiera fra Regno d'Italia ed Impero Austro-Ungarico venne costruita una catena di opere militari a carattere difensivo: forti, sbarramenti, batterie e torri corazzate con i necessari ricoveri e magazzini. Il duplice scopo di queste opere, costruite a cavallo delle principali via di accesso in Italia, era quello di bloccare l'avanzata di un esercito invasore e di proteggere lo schieramento delle proprie truppe. A difesa del confine orientale le opere formavano la fortezza Alto Tagliamento-Fella, la fortezza Medio Tagliamento e la fortezza Basso Tagliamento. La fortezza Medio Tagliamento doveva difendere i ponti sul Tagliamento, il corso del fiume Torre ed il suo sbocco nella pianura friulana e comprendeva i forti di Col Roncone, Fagagna, Santa Margherita, Tricesimo e Monte Lonza (Bernadia), con gli appostamenti per batterie Pinzano, Ragogna Alta, Ragogna Bassa, Buja, Monte Faeit, Monte Campeon, Flaipano, Monte Pocivalo, Modoletto e Ciuc dal Ronco. Le opere, iniziate nel maggio 1908 e terminate nel 1913, dopo l'ingresso del Regno d'Italia nella Prima Guerra Mondiale diventarono completamente inutili a causa dell'avanzata dell'esercito italiano oltre il vecchio confine; il bisogno al fronte di pezzi di artiglieria portò al rapido disarmo dei forti e alla loro utilizzazione come magazzini.

L'ex forte si trova sulla sinistra della strada che porta da Santa Margherita a Brazzacco, a nord-est di Martignacco, ma la visita è impossibile perché la zona ancora oggi è presidiata dall'esercito. (n.d.r. La tabella è vecchia, non è più dell'esercito).

Armamento: 4 cannoni cal.149 mm A (acciaio) in torri corazzate girevoli di 360° e 6 cannoni cal.75 mm A (acciaio) in batteria all'aperto.


Data visita: 02/01/2010
Data pubblicazione: Jan. 7, 2011

Autore:

Commenti