Monte Corno di Nago - Montagnando.it

Monte Corno di Nago

Una terrazza fortificata del Garda (m 820)

 

Monte Corno di Nago e le sue fortificazioni

Siamo sul Monte Corno di Nago per una escursione su un itinerario poco conosciuto ma che ha molta storia da raccontare e che in questi ultimi anni é stato riportato alla luce, anche grazie al lavoro di associazioni di volontari. In questa foto si riesce a notare la trincea più bassa dove c'é la bandiera, la postazione Perlone e la trincea della Salina


La nostra destinazione vista dal parcheggioLe creste del monte CornoLe creste del monte Corno viste da una trincea

Se volete unire la storia a bellissimi panorami sul lago di Garda e sulle zone circostanti che vanno dal Baldo al Monte Altissimo, dal lago di Loppio al monte Brione e molto altro non potete lasciarvi sfuggire questo monte che si collega al Monte Creino in Val di Gresta, offrendo ulteriori panorami da favola, con itinerari che uniscono la natura alla storia.



Primo itinerario

I sentieri per il nostro percorso sono addirittura tre ma si congiungono tutti in località Dorsale Tre Croci, il primo parte vicino ai forti di Nago, é abbastanza ripido, ma offre subito dei bei panorami sul lago di Garda, si passa per la località Castagneto e prima di arrivare alla Dorsale Tre Croci é possibile osservare una trincea e una ulteriore fortificazione

I forti di NagoIn basso vicino alla rotonda l'inizio del percorsoLa salita

La salita con il panoramaIl percorsoIl percorso


I paesaggi che si vedono dal sentiero

I paesaggiI paesaggi


Lungo il sentiero

Il fondo del sentieroIl sentieroIl sentiero

Il sentieroIl sentiero



La prima trincea

La trincea vista dal sentiero sottostanteVicino all'entrataL'entrata

In questa area la trincea é realizzata con una protezione in muratura nella quale si aprono le feritoie per i fucilieri.

La trinceaLa trincea vista d'infilataParticolare sulla feritoiaL'uscita


Proseguendo attraversiamo la località Castagneto

Località CastagnetoI castagniI castagni

I castagniI castagni


La postazione in caverna della località Castagneto

L'entrata della postazione in località CastagnetoInterno postazioneInterno postazione

Interno postazioneSul terreno i solchi di manovra del pezzo d'artiglieriaLa bocca da fuoco della postazione



Secondo itinerario

Il secondo itinerario parte dietro all'Hotel Continetal e fra i tre percorsi é il peggiore, il fondo é discontinuo, fatto di sali e scendi ed é necessario fare attenzione ai sassi lungo il tragitto, ma offre qualche bel panorama, ed é il più corto da fare, inoltre arriva poco sotto alla località Dorsale Tre Croci, dove troviamo una trincea con vista sulla cresta del monte Corno e sulla trincea della Salina, ma anche una postazione per mitragliatrice, con un piccolo ricovero

La trinceaLa postazione mimetizzata


il sentiero

Il sentieroIl sentiero


Questo é la vista che si presenta alla fine del sentiero, poco prima della località Dorsale Tre Croci

La trincea con il piccolo ricovero


la postazione é molto particolare, ricavata in un masso, all'interno: a sinistra un piccolo deposito, a destra la postazione

Dal sasso ecco che si intravede un'aperturaL'entrataVerso il piccolo ricovero

verso la postazioneIl piccolo ricoveroLa postazione


la trincea

La trinceaL'entrataLa trincea

La trinceaLa trincea




Terzo itinerario

Il terzo e ultimo sentiero é il più comodo, inizia su strada asfaltata, continua nel bosco e poi si collega con il sentiero precedente

Il primo tratto é su strada asfaltataDove i sentieri si congiungonoIl sentiero continua

I panoramiI panoramiPanorami



Ed eccoci al piazzale denominato Dorsale Tre Croci, dove inizia il nostro itinerario di visita, seguiamo le indicazioni per la Busa dei Capitani, qui il percorso é più comodo e abbiamo modo di osservare molte fortificazioni

Piazzale Dorsale Tre CrociPiazzale Dorsale Tre CrociMonte Corno di Nago


Seguendo il sentiero per la Busa dei Capitani fate attenzione al cartello Stützpunkt Perlone per non perdervi questa fortificazione

Il cartelloSulla postazione sventola questa bandiera messa durante una commemorazioneLa fortificazione vista da un'angolatura sopraelevata


Accanto alla fortificazione vi potrete sedere e godervi il panorama

Momento relax con panchina e ottima vista sul lago


Dalla fortificazione si godono ottimi panorami sul lago di Garda e le montagne che lo circondano

Il panorama sul lago di GardaIl panorama sul lago di Garda


L'ingresso

Verso l'entrataL'entrataDall'interno


Il corridoio principale della fortificazione

Il corridoioIl corridoio che prosegueA metà fortificazione troviamo uno sbocco

Qui finisce la fortificazione



Le Postazioni
lunghe gallerie scavate nella roccia conducono all'aperture delle bocche da fuoco

Le gallerie della postazioneLe gallerie della postazioneL'apertura della bocca da fuoco

Le gallerie della postazioneLe feritoie della cannonieraLe feritoie della cannoniera


Molto particolare la scala originale con la data di costruzione

Monte Corno di NagoMonte Corno di NagoMonte Corno di Nago


due iscrizioni all'interno della fortificazione

Gli anni di guerra incisi su un gradinoI comandanti della batteria da 9 cm


L'esterno delle bocche di fuoco

Monte Corno di NagoMonte Corno di NagoMonte Corno di Nago


disseminate qua e la delle casermette, con depositi annessi

I ruderi delle casermetteI ruderi delle casermetteLe casermette

Le casermetteLe casermetteLe casermette


Due gallerie adibite a depositi

Gallerie depositoGallerie depositoGallerie deposito

Gallerie depositoGallerie depositoGallerie deposito


Si prosegue poi per il comando militare di zona la Busa dei Capitani, di recente a queste testimonianze é stato fatto un lavoro di restauro

Sentiero verso la Busa dei CapitaniSentiero verso la Busa dei Capitani


Il comando di zona

Zona comando Busa dei CapitaniZona comando Busa dei CapitaniZona comando

Zona comandoZona comando

Zona comandoZona comandoZona comando


Il materiale utilizzato era tutto reperito in zona

Monte Corno di NagoMonte Corno di NagoMonte Corno di Nago

Monte Corno di NagoMonte Corno di NagoMonte Corno di Nago

Monte Corno di NagoMonte Corno di Nago


A caratterizzare ed impreziosire quest'area sono alcuni bassorilievi realizzati dai soldati durante le lunghe attese, sono quelle imperatore Francesco Giuseppe e dell'arciduca Carlo d'Asburgo. Nei lavori di restauro sono stati ripuliti e messe in risalto le firme per richiamare l'attenzione su queste opere.

Bozze di bassorilieviLe firmeBozze di bassorilieviLe firme




Trincea delle Saline

Proseguendo ancora di qualche passo si visita la Trincea delle Saline, con deposito anesso e i panorami che si aprono sulla valle sottostante


Una prima vista della trincea

Monte Corno di Nago


La trincea delle Saline

L'entrataLa trincea in tutta la sua lunghezzaLa trincea in tutta la sua lunghezza

Costruita parzialmente fuori terra, data la natura rocciosa del terreno e rinforzata da spessi muri in pietra, ha feritoie intercalate come merli e sembra ancora in attesa del nemico che poteva arrivare, ma che a ora é lì pronta e ripulita per essere ammirata con i suoi panorami

Una rientranzaUna rientranzaL'uscita


Il deposito

L'entrata del deposito attiguo alla trinceaIl depositoL'entrata vista dall'interno


I panorami
la vista da quassù é spettacolare e permette a giro d'orizzonte di spaziare sul Lago di Garda, dal Monte Altissimo al Monte Brione, nonchè di vedere le stesse trincee del Monte Nago fino ai forti e castelli dei dintorni.

Il lago di GardaTriceaForti di Nago, con una ulteriore trincea

Il monte BrioneIl monte AltissimoNel centro della foto i ruderi di Castel Penede



Terminata la visita, si ritorna fino alle casermette, dove si trovano indicazioni per le trincee del monte Corno, da qui si prosegue dritti e il sentiero resta in cresta, dove si trovano le altre fortificazioni.

Monte Corno di Nago


Si prosegue sul sentiero fino ad incontrare i resti di una trincea

Il sentiero nel boscoIl sentiero nel boscoIl sentiero nel bosco


Andando avanti sotto il sentiero un ulteriore trincea ripulita

TrinceaTrinceaTrincea

TrinceaTrinceaTrincea


Il sentiero continua costeggiando la vecchia trincea

Trincea sul Monte Corno di NagoTrincea sul Monte Corno di NagoTrincea sul Monte Corno di Nago

Trincea sul Monte Corno di NagoTrincea sul Monte Corno di Nago


Continuando incontriamo, un deposito/corpo di guardia, una postazione con vista sul Lago di Garda e l'inizio di una trincea

Corpo di GuardiaDepositiL'inizio della trincea

Trincea con vista sul Lago di GardaLa trincea


Il tratto di trincea

Un tratto di trincea nel boscoUn tratto di trincea nel bosco



Si sale sempre più su e troviano una casermetta, con un piccolo deposito annesso e una trincea, qui la casermetta

CasermettaCasermetta


La trincea

La trinceaLa trinceaLa trinceaLa trincea


Il piccolo deposito

Il depositoIl deposito


Ancora poco alla fine, ma qui le opere non finiscono, troviamo infatti delle postazioni in galleria.

Postazioni in galleriaPostazioni in galleriaPostazioni in galleria

Postazioni in galleriaPostazioni in galleria


Gli interni

Gli interniIl basamento per il generatoreGli interni


Non può mancare una cannoniera

La cannonieraLa cannonieraLa cannoniera

La cannonieraLa cannonieraLa cannoniera


Con l'osservatorio annesso

L'osservatorioL'osservatorio


I panorami da questa postazione

Monte Altissimo attraverso l'apertura della bocca da fuocoLe pendici del Monte Altissimo, il paese di Nago e il lago di GardaMonte Altissimo


Poco prima e al di sopra delle precedenti postazioni ne troviano altre due

Verso le postazioniLa postazione dall'internoL'obiettivo inquadrato attraverso la feritoia

La prima postazioneLa copertura della seconda postazione é crollataLa vallata battuta dalle due postazioni


Vicino a queste due postazioni un deposito con quella che doveva essere una baracca

Baracca esternaDeposito in galleria


Ancora qualche sforzo per ammirare un ulteriore postazione che si sviluppa su due livelli

L'entrataIl corridoioLa prima apertura che guarda sul lago di LoppioLa seconda che guarda verso il Lago di Garda


La parte inferiore con la scalinata

ScalinataMonte Corno di NagoFeritoia

Zone ricovero e depositoZone ricovero e depositoZone ricovero e deposito


Ed eccoci alle ultime fortificazione del nostro percorso

TrinceaScala d'accessoIngresso della postazione

L'internoL'internoPostazione per mitragliatrice

Particolare


Al di sotto

Monte Corno di NagoMonte Corno di Nago


La vista da questa postazione

Il Lago di GardaMonte AltissimoMonte Corno di Nago


Qui finisce il nostro percorso o almeno quello che riguarda le fortificazioni del Monte Corno di Nago, volendo é possibile proseguire e al primo incrocio scegliere di andare verso l'ex malga Flavei e quindi da lì sul monte Creino o visitare ulteriori fortificazioni nei dintorni.

Ruderi malga FlaveiMonte Corno di NagoRuderi malga Flavei

Ruderi malga FlaveiRuderi malga Flavei





Storia

La dorsale del Monte Corno di Nago, posizionata con orientamento Est-Ovest, gode del panorama su tutta la piana che da Nago, scende verso Torbole e quindi prosegue fino ad Arco, inoltre ha la vista libera sui versanti Nord del Monte Altissimo. Questi fattori furono determinanti per far passare la seconda linea fortificata austro-ungarica, con la funzione di controllare tutta la zona antistante. Tale linea fortificata che scendeva dal Monte Creino, attraversava tutto il crinale del Monte Corno di Nago, scendeva lungo le sue pendici sfiorando i forti di Nago, proseguiva sempre verso Ovest salendo alla Batteria di Mezzo del Monte Brione e qui salendo verso Nord congiungeva il Forte Sant'Alessandro ai forti del Monte Tombio attraversando la grande piana tra Arco e Riva del Garda.

Tutta la dorsale era quindi fortificata con postazioni d'artiglieria in galleria dove trovavano posto 3 cannoni M61 da 12cm e 2 cannoni M75/96 da 9cm. La difesa ravvicinata veniva effettuata con tre fuciliere in muratura disposte opportunamente e una lunga serie di trincee che collegavano le varie postazioni. Vi era inoltre una zona comando situata in località Busa dei Capitani e tutta una serie di ricoveri e depositi in galleria o manufatti per i servizi logistici distribuiti nelle zone più riparate.
Dimenticata dall'oblio del tempo, recentemente é stata riscoperta e valorizzata con interventi di pulizia e ripristino grazie ad associazioni di volontariato come "Un Territorio Due Fronti" che si occupa di far conoscere le realtà locali.





Dove si trova

Le fortificazioni del monte Corno di Nago si trovano sopra l'abitato di Nago, nel comune di Nago-Torbole in provincia di Trento, a 2 Km dal lago di Garda.





Come si raggiunge

Dall'autostrada A22 o dalla Statale 12 del Brennero, uscire a Rovereto Sud, seguire l'indicazioni per il Lago di Garda, da lì imboccare la SS 240 e percorrerla fino a Nago.




Tempi di percorrenza

Qui il tempo di percorrenza può variare, in base al sentiero utilizzato per raggiungere la nostra meta, infatti tre sono i sentieri che portano alla località Dorsale Tre Croci, da dove ha inizio il percorso principale. Per completare il percorso da Nago al monte Creino sono necessarie sei ore tra andata e ritorno.



Mappe Interattive

Primo parcheggio

Secondo parcheggio



Inizio primo itinerario

Inizio secondo itinerario

Inizio terzo itinerario


Prima Trinceea

Prime Fortificazioni




Monte Corno di Nago
SCHEDA PERCORSO
Provincia:Trento
Comune:Nago-Torbole
Coordinate punto di arrivo:45.88396 - 10.89449
(45°53'2" N - 10°53'40" E)
Coordinate parcheggio:45.87901 - 10.88929
(45°52'44" N - 10°53'21" E)
Altitudine di partenza (m):210
Altitudine di arrivo (m):820
Dislivello (m):610
Difficoltà del percorso:T - Turistico
Ore a piedi (esclusa visita):6 ore
Km totali:3,0
Come si raggiunge:A piedi
Tipologia:Naturalistico, Storico





Traccia GPS



Scarica la traccia GPS di .


- profilo altimetrico dell'escursione

Altimetria




Data visita: 19/07/2014
Creato il: 07/10/2014
Aggiornato il: 17/02/2016

Autore: Denis B.

 

Altri itinerari nelle vicinanze:




;-) :-) :-D :-( :-o :-O B-) :oops: :-[] :-P
Commento
E' possibile modificare le sottoscrizioni o l'invio automatico di nuovi commenti inseriti di questa pagina su Iscriviti a Montagnando.
Per la rimozione dei propri commenti scrivere a montagnando@montagnando.it
Ci riserviamo il diritto di eliminare i commenti ritenuti diffamatori, pubblicitari e non inerenti al contenuto.
Per prevenire lo SPAM automatico, inserisci nella text-box il testo che visualizzi nell'immagine. Inoltre controlla che il tuo browser supporti i cookie, altrimenti il sistema non riconoscerà il controllo e non ti sarà inserito il commento. Grazie.
Aggiorna Captcha »


IMPORTANTE: Il materiale presente nel sito è puramente indicativo. L'utilizzo libero e personale delle informazioni, contenute all'interno del sito, è e rimane di responsabilità dell'utente. Non ci si assume alcuna responsabilità giuridica nel caso di incidente o danni di qualsiasi genere ed origine nell'uso del citato materiale. La visualizzazione o la stampa di informazioni contenute nel sito www.montagnando.it implicano, in modo imprescindibile, la presa visione e l'accettazione di quanto contenuto nell'allegata NOTA INFORMATIVA DI RESPONSABILITA' riguardante la "responsabilità dell'utente" nell'utilizzo delle sopracitate informazioni.

Attenzione: per visualizzare gli annunci pubblicitari viene utilizzato un cookie DoubleClick DART. L'utilizzo di questo cookie consente a Google di pubblicare annunci mirati per gli utenti. Questi cookie non permettono in alcun modo di identificare personalmente l'utente e non includono dati personali.





In questo sito utilizziamo cookies di profiliazione e di terze parti per l'inoltro di pubblicità mirata. Nell'informativa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Continuando a navigare in questo sito acconsenti all'uso dei cookies. Ok Informativa

- Stampa -