Campo Trincerato Matassone - Montagnando.it

Campo Trincerato Matassone

A difesa della Vallarsa (m 850)

 

Ci troviamo in Vallarsa, luogo di battaglia della prima guerra mondiale tra Italiani e Austriaci e quindi una zona ricca di testimonianze: dal vicino forte Pozzacchio al campo trincerato sul monte che sovrasta Matassone, ricco anch'esso di testimonianze, dal percorso della pace al Parco della Pace del monte Zugna

verso il Campo Trincerato Matassoneverso il Campo Trincerato Matassonemonte zugna visto dal Campo Trincerato Matassone



Dal parcheggio é possibile scegliere se andare a destra o a sinistra, andando a destra si incontreranno subito le trincee, scegliendo invece di iniziare il percorso a sinistra attraverseremo dei prati e costeggeremo gli orti di questo piccolo paesino prima di incontrare le trincee.

la mappa del Campo Trincerato Matassonei prati del Campo Trincerato Matassoneflora Campo Trincerato Matassone

flora Campo Trincerato Matassoneflora Campo Trincerato Matassone



Le prime trincee che troviano sono rivolte a Ovest verso il paese di Matassone

Le trincee verso Matassonetrincee verso Matassonetrincee verso Matassone



La prima postazione d'obice era rivolta a Sud verso il vicentino

corridoio postazione d'obicela postazione del'obicela postazione vista dal'alto



L'entrata alle trincee é vicina alla prima postazione d'obice

entrata alle trinceeentrata alle trinceeentrata alle trincee



In questa zona iniziano dei camminamenti protetti per raggiungere le trincee, dapprima sono trincee più profonde poi diventano corridoi coperti

le trinceele trinceela trinceea vista dall'alto



I camminamenti al riparo

L'entratalabirinto dei camminamenti copertilabirinto dei camminamenti coperti

labirinto dei camminamenti copertiun'uscital'uscita ostruita dai detriti



La seconda postazione d'obice del Campo Trincerato Matassone puntava sempre sul vicentino

seconda postazione d'obice del Campo Trincerato Matassone



un altra postazione d'obice sempre rivolta verso il vicentino

altra postazionealtra postazione



poco oltre un rifugio in calcestruzzo armato per il riparo della guarnigione

l'entrata del rifugio




L'ex forte Matassone era il fulcro del campo trincerato.

Arrivati al ex forte di Matassone ci troviamo davanti a un ammasso di macerie, é un'opera in casamatta di calcestruzzo armato, con buoni ricoveri rimasta però incompiuta. La guarnigione prevista era formata da mezza compagnia di fanteria dalla riserva mobile dello sbarramento.

Dell'opera oggi rimane ben poco, attorno ad essa qualche camminamento sul rovescio, con ogni probabilità é una modifica aggiunta alla struttura originale, ad uso della difesa italiana. I cannoni dovevano battere le strade di destra e sinistra Leno. Il progetto originale prevedeva il completamento della linea difensiva della Vallarsa con un grande e moderno forte sullo Zugna; mentre tra il Matassone e il Pozzacchio correva una linea quasi continua di trincee con ricoveri in caverna, protetta da profondi reticolati.

ex forte Matassoneex forte Matassoneex forte Matassone

ex forte Matassoneex forte Matassoneex forte Matassone



Quasi di fronte al forte di Matassone, vi é il forte Pozzacchio da poco restaurato

ex forte Pozzacchio



e sempre sotto all'ex forte di Matassone troviano delle altre trincee italiane

le trincee italianele trincee italianeinizio delle trincee

le trincee italianele trincee italianeverso le trincee italiane



Il percorso

percoso Campo Trincerato Matassonepercoso Campo Trincerato Matassonepercoso Campo Trincerato Matassone

percoso Campo Trincerato Matassonepercorso Campo Trincerato Matassone



Fuori dal tracciato, all'incirca sotto il campo trincerato e non segnata sulla mappa presente all'inizio del percorso, c'é una postazione in caverna protetta da mitragliatrici, con funzione di ricovero e deposito.

Entrata della postazione in cavernaPostazione per mitragliatrice

Postazione per mitragliatricePostazione per mitragliatricel'uscita della postazione/magazzino



L'interno. Depositi, magazzini e riservette.

Locali interni alla postazioneLocali interni alla postazioneLocali interni alla postazione

Locali interni alla postazioneLocali interni alla postazione



In fine una visuale sulla Vallarsa

Visuale della valle a Sud verso VicenzaVisuale della valle a Nord verso Rovereto



Storia

Sulle alture di Matassone, nell’imminenza della guerra, nell'autunno del 1914, il Genio militare austro-ungarico realizzò un campo trincerato, composto da due capisaldi circolari chiusi circondati da fasce di reticolati. Si articolava in postazioni per obice, trincee e camminamenti, alcuni dei quali coperti, che permettevano ai soldati di raggiungere le diverse posizioni. Inoltre vi erano un osservatorio, una stazione di comunicazione attraverso segnali ottici con il vicino forte di Valmorbia-Pozzacchio e un rifugio in calcestruzzo armato per l’alloggio della guarnigione.

Il progetto della difesa della Vallarsa era nelle idee dell’esercito austro-ungarico fin dagli inizi del secolo, perché permetteva buone possibilità di penetrazione verso il territorio italiano. Nelle idee vi era un forte sullo Zugna ed uno sul Pasubio, mai realizzati. Vennero invece realizzati il forte di Pozzacchio (Valmorbia Werk) e un campo trincerato a Matassone.
All'inizio della guerra, come ben sappiamo, l’esercito austro-ungarico decise di portare la propria linea difensiva a Rovereto arretrando e abbandonando quindi la Vallarsa. L’esercito italiano fu in grado quindi di avanzare notevolmente e di occupare, fin dal giugno del 1915, Pozzacchio e Matassone. Durante la Strafexpedition, nel maggio 1916, l’esercito austro-ungarico riusc&ìgrave; ad avanzare e a riconquistare le due località. L’esercito italiano dovette arretrare le proprie linee, ma riuscì a conservare alcune posizioni strategiche fondamentali, tra le altre il crinale dello Zugna, il cui controllo permetteva il controllo della Vallarsa e impedire agli austro-ungarici il libero transito in Vallarsa e quindi la discesa verso il Veneto. Durante la controffensiva del 28 giugno 1916, gli italiani riuscirono a rientrare in possesso di Matassone, mentre forte Pozzacchio rimase in mano austro-ungarica fino alla fine del conflitto.



Dove si trova

La Vallarsa e una piccola valle fluviale scavata dal torrente Leno e si trova nel Trentino sudorientale. Le sue 42 frazioni sono distribuite sulle Piccole Dolomiti a Sud-Ovest e sul massiccio del Pasubio a Est. Zona di confine tra lmpero Austro-Ungarico e Regno d'ltalia, fu teatro di lunghi e tragici combattimenti tra il 1915 e il 1918.



Come si raggiunge

Da Vicenza seguire l'autostrada A31 fino all'uscita Thiene-Schio, seguire le indicazioni per Rovereto (TN) lungo la SP46 e quindi sulla SS46, all'altezza di Anghebeni prendere a sinistra la SP89 "Sinistra Leno" per altri 7 chilometri fino a raggiungere la frazione di Matassone.

Da Rovereto (TN) seguire le indicazioni per Vallarsa, su Viale Schio e quindi SP89, per circa 13 chilometri fino a raggiungere Matassone.




Tempi di percorrenza

A lato della strada sono presenti dei parcheggi, e in 5 minuti sarete già al campo trincerato.



Mappe Interattive

Posizione del parcheggio e inizio del percorso


Posizione del campo Trincerato Matassone:




Campo Trincerato Matassone
SCHEDA PERCORSO
Provincia:Trento
Comune:Vallarsa
Coordinate punto di arrivo:45.81683 - 11.08048
(45°49'1" N - 11°4'50" E)
Coordinate parcheggio:45.81589 - 11.07813
(45°48'57" N - 11°4'41" E)
Altitudine di partenza (m):840
Altitudine di arrivo (m):850
Dislivello (m):10
Difficoltà del percorso:T - Turistico
Ore a piedi (esclusa visita):30 minuti
Come si raggiunge:A piedi, In auto, In mountain bike
Tipologia:Naturalistico, Paesaggistico, Storico, Panoramico





Data visita: 22/08/2013
Creato il: 04/02/2014

Autore: Denis B.

 

Altri itinerari nelle vicinanze:




;-) :-) :-D :-( :-o :-O B-) :oops: :-[] :-P
Commento
E' possibile modificare le sottoscrizioni o l'invio automatico di nuovi commenti inseriti di questa pagina su Iscriviti a Montagnando.
Per la rimozione dei propri commenti scrivere a montagnando@montagnando.it
Ci riserviamo il diritto di eliminare i commenti ritenuti diffamatori, pubblicitari e non inerenti al contenuto.
Per prevenire lo SPAM automatico, inserisci nella text-box il testo che visualizzi nell'immagine. Inoltre controlla che il tuo browser supporti i cookie, altrimenti il sistema non riconoscerà il controllo e non ti sarà inserito il commento. Grazie.
Aggiorna Captcha »


IMPORTANTE: Il materiale presente nel sito è puramente indicativo. L'utilizzo libero e personale delle informazioni, contenute all'interno del sito, è e rimane di responsabilità dell'utente. Non ci si assume alcuna responsabilità giuridica nel caso di incidente o danni di qualsiasi genere ed origine nell'uso del citato materiale. La visualizzazione o la stampa di informazioni contenute nel sito www.montagnando.it implicano, in modo imprescindibile, la presa visione e l'accettazione di quanto contenuto nell'allegata NOTA INFORMATIVA DI RESPONSABILITA' riguardante la "responsabilità dell'utente" nell'utilizzo delle sopracitate informazioni.

Attenzione: per visualizzare gli annunci pubblicitari viene utilizzato un cookie DoubleClick DART. L'utilizzo di questo cookie consente a Google di pubblicare annunci mirati per gli utenti. Questi cookie non permettono in alcun modo di identificare personalmente l'utente e non includono dati personali.





In questo sito utilizziamo cookies di profiliazione e di terze parti per l'inoltro di pubblicità mirata. Nell'informativa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Continuando a navigare in questo sito acconsenti all'uso dei cookies. Ok Informativa

- Stampa -