Caserma sul monte Miaron - Montagnando.it

Caserma sul monte Miaron

Caserma Italiana sotto il Cridola (m 1686)

 

Monte Miaron - Vista del Forte sotto il monte Cridola


Il Forte Miaron


Monte Miaron - posteggio al passo Mauria mt 1298Monte Miaron - cartello indicatoreMonte Miaron - il tracciato in inverno diventa una pista per ciaspe. Il segnavia, invece, indica il sentiero Olivato che inizia sopra il forte

Appena dopo il cartello stradale che indica il passo della Mauria, sulla destra c'è un ampio posteggio con cartelli indicatori.


Monte Miaron - cartello con foto e rievocazione storicaMonte Miaron - cartello con foto e rievocazione storicaMonte Miaron - cartina militare della zona

All'inizio del sentiero, altri cartelli documentano, con testo e foto, i fatti del 1917 accaduti in questo luogo


Monte Miaron - inizio della strada militareMonte Miaron - panoramaMonte Miaron - panorama

Tutto il percorso è su comoda strada militare, in mezzo ad un bosco di abeti e faggi, in alcuni punti ci sono aperture che permettono di vedere il panorama.


Monte Miaron - ricovero munizioniMonte Miaron - bosco di faggiMonte Miaron - muretto per appoggio artiglieria

A circa metà del percorso si incontra la prima postazione con un ricovero per l'artiglieria.


Monte Miaron - strada militare notate l'acciottolato originaleMonte Miaron - panoramaMonte Miaron - panorama sul Tudaio

Poco oltre c'è ancora un tratto visibile della strada militare e poi si apre il panorama verso il monte Tudaio.


Monte Miaron - cartelli indicatoriMonte Miaron - galleria di fugaMonte Miaron - cartello con rievocazione storica

Verso la fine del percorso è visibile lo sbocco della galleria che partiva dalla caserma in alto.


Caserma MiaronCaserma Miaron - latrineCaserma Miaron e monte Cridola

La caserma è sotto al monte Cridola e da qui parte il sentiero Olivato


Monte Miaron - panorama su Lozzo e DomeggeMonte Miaron - intercapedine retrostante la casermaMonte Miaron - cartello descrittivo

La caserma guarda il versante di Lozzo, Domegge e Lorenzago di Cadore.


Monte Miaron - strada verso l'appostamento dell'artiglieriaMonte Miaron - barriera per l'appostamento dell'artiglieriaMonte Miaron - barriera per l'appostamento i artiglieria

Tornando sui propri passi e proseguendo verso l'altro versante della montagna si raggiunge il piano dove c'era l'appostamento di artiglieria.


Monte Miaron - cartina militare della I guerra mondialeMonte Miaron - panorama sul TudaioMonte Miaron - panorama su Forni di Sopra

Dalla piazzola dell'artiglieria si vede Forni di Sopra in Friuli, la valle difesa questa postazione e il monte Tudaio difronte, dove c'è l'omonimo forte Tudaio.


Monte Miaron - panorama verso il FriuliMonte CridolaMonte Miaron - posto di ristoro

Panorami e scorci


Monte Miaron - genzianeMonte Miaron - funghi

Flora locale





Con le ciaspe sul monte Miaron


Alcune immagini del percorso in veste invernale


Monte Miaron - foto del bosco con la neveMonte Miaron - foto del bosco con la neve

Monte Miaron - foto del bosco con la neveMonte Miaron - foto del bosco con la neveMonte cridola con la neve

L'escursione si presta molto bene ad essere effettuata anche con le ciaspe in quanto priva di ripide salite.


Monte cridola con la neveMonte cridola con la neveMonte cridola con la neve





Storia

MONTE MIARON

I cartelli esplicativi raccontano questa storia:

A quota 1480 circa é visibile la grande piazzola per diversi pezzi d'artiglieria di medio calibro dotata di un'adiacente riservetta. Sappiamo che nel corso della ritirata di Caporetto vi furono appostati 2 cannoni di piccolo calibro che spararono diversi colpi prima di essere fatti precipitare lungo i dirupi. Durante il trasporto dei pezzi, alle 5 del 3 novembre 1917 il soldato Giulio Brigoni di Vercelli, classe 1897, artigliere della 251°, moriva tragicamente cadendo sotto le ruote del quarto pezzo.


CASERMA MIARON

Situato sul rovescio della posizione principale, a quota m 1703, il ricovero di monte Miaron fu realizzato nel 1911, conformemente alle caratteristiche e misure tipiche del tempo. Costruito in muratura con pietra faccia a vista e copertura in cemento, é dotato di intercapedine, focolare e servizi igienici staccati. Poteva disporre poche decine di metri più in basso, lungo la strada d'accesso, di una galleria scavata nella roccia, adibita a magazzino e deposito munizioni. Per l'approvvigionamento idrico vi erano delle vasche sotterranee per la raccolta dell'acqua, ma il presidio poteva usufruire anche di sottili vene sorgive tra le ghiaie del Salto de la Balota, qualche centinaio di metri piú a sud-ovest. Una lapide sulla facciata lo dedica al ten. Mario Baroni caduto in combattimento nel 1915.


I BERSAGLIERI DEL MAURIA

I giorni che seguirono la disfatta di Caporetto portarono al ritiro dal Cadore del grosso della 4° Armata, assieme a gran parte della popolazione civile. Tutti si concentravano sul nodo ferroviario di Calalzo. Nella notte tra il 6 e il 7 novembre 1917 le truppe austriache presero contatto con le nostre retroguardie a Casera Razzo e al passo della Mauria. La difesa del passo era stata affidata al col. Ernesto Foglia che aveva alle sue dipendenze il 57° Btg. del 16° Regg. il 27° Btg. dell'11° e la 7° Comp. del 10° Bersaglieri nonché 2 sezioni d'artiglieria e diverse mitragliatrici. La 94° Divisione Austro Ungarica attaccó i nostri bersaglieri verso le ore 6 del giorno 7 novembre. L'assalto fu peró respinto dal fuoco delle nostre mitragliatrici e dal fitto lancio di bombe a mano. Le forze austriache riorganizzatesi riuscirono ad occupare Col Pioi e Col Rosolo presso Casera Doana tagliando in due e aggirando il nostro schieramento. A questo punto i nostri soldati, accerchiati, compirono dei veri atti di valore. Anche i nostri pezzi di artiglieria furono messi a tacere mentre le truppe del Ten. Col. Edoardo Dezzani addossate alle falde del monte Miaron, furono sopraffatte. Presso la casa cantoniera si svolse un violento corpo a corpo e dopo una lotta cruenta, sparati gli ultimi caricatori, il Col. Foglia e la sua 2° Comp. Furono circondati e catturati. I superstiti, martoriati dal fuoco delle mitragliatrici nemiche, cercarono di retrocedere verso Lorenzago, lasciando sul terreno 16 morti e 80 feriti, gli Austriaci ebbero invece 26 uccisi e 110 feriti. Per onorare la memoria di questi caduti da qualche anno c'é finalmente un segno: una semplice croce di ferro posta sul Col Pioi.




Collocazione

Dolomiti di centro Cadore, Passo della Mauria nel comune di Lorenzago di Cadore, pochi metri prima del confine tra Veneto e Friuli.



Come si raggiunge

Al termine dell'autostrada A27, si percorre la SS51 in direzione Cortina, in prossimità di Pieve di Cadore si prende la direzione Sappada Auronzo sulla SS51BIS. Passato Lozzo prendere la deviazione sulla destra per Lorenzago - Passo Mauria. Attraversare il paese di Lorenzago, proseguire per il passo Mauria. Pochi metri dopo l'indicazione del passo, sulla destra, c'è un parcheggio da cui parte il sentiero.




Tempi di percorrenza

Il tempo impiegato nell'Andata è stato di 1 ora e 30 minuti mentre per il Ritorno si è impiegata 1 ora




Carta Topografica

Carta escursionistica utilizzata:
Tabacco - foglio n. 16 - Dolomiti di Centro Cadore - 1:25.000
Sentiero n. 325




Mappe Interattive

Posizione del parcheggio e inizio del sentiero


Questa è la posizione del Forte Miaron:


Postazione di artiglieria:




Caserma sul monte Miaron
SCHEDA PERCORSO
Provincia:Belluno
Comune:Lorenzago di Cadore
Coordinate punto di arrivo:46.45223 - 12.50223
(46°27'8" N - 12°30'8" E)
Coordinate parcheggio:46.45431 - 12.51341
(46°27'16" N - 12°30'48" E)
Altitudine di partenza (m):1300
Altitudine di arrivo (m):1686
Dislivello (m):386
Difficoltà del percorso:E - Escursionistico
Ore a piedi (esclusa visita):2 ore 30 minuti
Come si raggiunge:A piedi, In mountain bike
Tipologia:Naturalistico, Storico, Panoramico





Grazie della vostra visita !





Data visita: .
Creato il: 22/10/2013

Autore: Carla B.

 

Altri itinerari nelle vicinanze:




;-) :-) :-D :-( :-o :-O B-) :oops: :-[] :-P
Commento
E' possibile modificare le sottoscrizioni o l'invio automatico di nuovi commenti inseriti di questa pagina su Iscriviti a Montagnando.
Per la rimozione dei propri commenti scrivere a montagnando@montagnando.it
Ci riserviamo il diritto di eliminare i commenti ritenuti diffamatori, pubblicitari e non inerenti al contenuto.
Per prevenire lo SPAM automatico, inserisci nella text-box il testo che visualizzi nell'immagine. Inoltre controlla che il tuo browser supporti i cookie, altrimenti il sistema non riconoscerà il controllo e non ti sarà inserito il commento. Grazie.
Aggiorna Captcha »


IMPORTANTE: Il materiale presente nel sito è puramente indicativo. L'utilizzo libero e personale delle informazioni, contenute all'interno del sito, è e rimane di responsabilità dell'utente. Non ci si assume alcuna responsabilità giuridica nel caso di incidente o danni di qualsiasi genere ed origine nell'uso del citato materiale. La visualizzazione o la stampa di informazioni contenute nel sito www.montagnando.it implicano, in modo imprescindibile, la presa visione e l'accettazione di quanto contenuto nell'allegata NOTA INFORMATIVA DI RESPONSABILITA' riguardante la "responsabilità dell'utente" nell'utilizzo delle sopracitate informazioni.

Attenzione: per visualizzare gli annunci pubblicitari viene utilizzato un cookie DoubleClick DART. L'utilizzo di questo cookie consente a Google di pubblicare annunci mirati per gli utenti. Questi cookie non permettono in alcun modo di identificare personalmente l'utente e non includono dati personali.





In questo sito utilizziamo cookies di profiliazione e di terze parti per l'inoltro di pubblicità mirata. Nell'informativa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Continuando a navigare in questo sito acconsenti all'uso dei cookies. Ok Informativa

- Stampa -