Cima Caldiera

Complesso logistico della Grande Guerra a ridosso dell'Ortigara (m 2124)

 

Abbiamo visitato Cima Caldiera il 14 agosto 2011.

Il percorso inizia dal piazzale Lozze con il sentiero CAI 841 che percorre la carrareccia costruita nel 1916 per salire nelle retrovie del Caldiera.

Cima Caldiera - carrarecciaCima Caldiera - carrareccia

Dopo circa 45 minuti di salita si cominciano a vedere i resti della base logistica costruita nei pressi di Passo Stretto.

Cima Caldiera - area logisticaCima Caldiera - area logistica

La posizione è decisamente strategica, al riparo dai tiri nemici ma vicinissima alla prima linea di guerra solo attraversando il Passo Stretto.

Cima Caldiera - area logisticaCima Caldiera - area logisticaCima Caldiera - area logistica

L'opera di sistemazione fatta recentemente rende visibili i contorni dei vari baraccamenti della zona.

Uno di questi baraccamenti, quando era integro, celava alla vista la galleria magazzino, che è perfettamente percorribile con l'uso di una torcia elettrica.

Cima Caldiera - galleria magazzino

Nella zona sono visibili altri resti di baraccamenti, altre aree logistiche e la base di una teleferica.

Cima Caldiera

Oltrepassata la zona dei baraccamenti la strada prosegue fino all'osservatorio Torino e fin quasi alla cima del Caldiera.

Cima CaldieraCima Caldiera

Durante la salita non ci manca mai di guardare lo spettacolo che la montagna ci offre ogni minuto diverso, e, all'improvviso, al di là di una piccola valle e più esattamente allo Scoglio dell'Incudine, vediamo del movimento .... ecco uno stambecco intento a sua volta a guardare il panorama!

Cima Caldiera

Quando la strada è ormai arrivata al limite con un precipizio sulla Valsugana, poco dopo il tornante si trova una deviazione verso destra che porta all'osservatorio Torino.

Cima CaldieraCima CaldieraCima Caldiera

Ci vogliono pochissimi minuti per arrivare nella punto di osservazione principale del campo di battaglia dell'Ortigara.

Cima Caldiera - osservatorio TorinoCima Caldiera - osservatorio Torino

Per entrare è necessaria una torcia elettrica.

Cima Caldiera - osservatorio TorinoCima Caldiera - osservatorio Torino

Cima Caldiera - osservatorio Torino

La cima ormai è vicina, ma per raggiungerla l'ultimo tratto si fa un po' pericoloso, ma sono solo 20 metri in cui è necessaria un po' di abilità.

Cima CaldieraCima CaldieraCima Caldiera

Ed eccoci in cima! Un'ora e venti di salita per chi non si è mai fermato a leggere i tabelloni o ad esplorare le grotte.

Cima CaldieraCima Caldiera

Da qui si ha un'ottima visione, il Monte Lozze con la sua Madonna, i campi di battaglia dell'Ortigara, Campigoletti, e il sottostante e ben protetto Pozzo della Scala.

Cima Caldiera - Monte LozzeCima Caldiera - Ortigara e CampigolettiCima Caldiera - Pozzo della Scala

Non può mancare la foto ricordo del Team di Montagnando!

Cima Caldiera

Per il ritorno la scelta è varia. Prima si scende dalla cima e poi si può decidere se tornare indietro, proseguire per il sentiero 841 o deviare percorrendo le trincee.

E così è stato, dopo Pozzo della Scala ci siamo diretti verso il Monte Lozze seguendo diversi trinceramenti.

Cima CaldieraCima CaldieraCima Caldiera

Ed è un vero labirinto di trincee, recentemente risistemate e percorribili, quasi un tuffo nel 1917.

Cima CaldieraCima Caldiera

Cima CaldieraCima CaldieraCima Caldiera

Cima Caldiera

La trincea che abbiamo seguito passa sotto a Cima Campanella, un altro caposaldo italiano,

Cima Caldiera

fino a sbucare al Monte Lozze.

Monte LozzeMonte LozzeMonte Lozze

Monte Lozze

Anche il Monte Lozze ha un suo complesso sistema di trincee e fortificazioni con l'inizio da questa galleria.

Monte LozzeMonte Lozze

L'enorme lavoro di pulizia e sistemazione delle trincee rendono le stesse molto belle da vedere e da percorrere, ma abbiamo il timore che non si riesca a percepire l'immane fatica compiuta per poterle costruire sotto il fuoco nemico, la paura che, anche se protetti, il prossimo colpo di cannone potesse cadere proprio li, il terrore del cecchino sempre pronto a colpire chi alzava troppo la testa.

La visita è bella, piacevole e affascinante, ma provate a percorrere le trincee pensando al rischio di chi ha combattuto, non importa di che nazionalità fossero, ma pensando solo che potevano perdere la vita in ogni momento.


 



Come si raggiunge:

Da Gallio(VI) in direzione di Enego, appena usciti dal centro abitato sulla sinistra troverete indicazioni per Melette e Ortagara. Proseguire sempre seguendo le indicazioni per Ortigara. La strada a tratti non è asfaltata.


 



Mappe Interattive:



Cima Caldiera
SCHEDA PERCORSO
Provincia:Vicenza
Comune:Asiago
Coordinate punto di arrivo:46.0088 - 11.52275
(46°0'32" N - 11°31'22" E)
Coordinate parcheggio:45.9964 - 11.5317
(45°59'47" N - 11°31'54" E)
Altitudine di partenza (m):1771
Altitudine di arrivo (m):2124
Dislivello (m):350
Difficoltà del percorso:E - Escursionistico
Ore a piedi:
(andata e ritorno, esclusa visita)
2 ore 30 minuti
Come si raggiunge:A piedi
Tipologia:Storico, Panoramico


Data visita: 14/08/2011
Creato il: 06/10/2011

Autore: Corrado DZ.

 

Altri itinerari nelle vicinanze:




;-) :-) :-D :-( :-o :-O B-) :oops: :-[] :-P
Commento
E' possibile modificare le sottoscrizioni o l'invio automatico di nuovi commenti inseriti di questa pagina su Iscriviti a Montagnando.
Per la rimozione dei propri commenti scrivere a montagnando@montagnando.it
Ci riserviamo il diritto di eliminare i commenti ritenuti diffamatori, pubblicitari e non inerenti al contenuto.
Per prevenire lo SPAM automatico, inserisci nella text-box il testo che visualizzi nell'immagine. Inoltre controlla che il tuo browser supporti i cookie, altrimenti il sistema non riconoscerà il controllo e non ti sarà inserito il commento. Grazie.
Aggiorna Captcha »
Roberto, quel "mamma patria" è intriso di retorica propagandistica, proprio quella che ha fatto entrare in guerra l'italia.
Consiglio: leggeti "Le montagne della patria" di Marco Armiero
PierV # 05/07/2015 14:30:16
a tutti voi eroi dell' ortigara
poveri ragazzi,in quanti non siete più tornati,sia italiani o stranieri,la mamma per voi è una sola,mamma patria.
Roberto # 22/01/2013 14:46:30


IMPORTANTE: Il materiale presente nel sito è puramente indicativo. L'utilizzo libero e personale delle informazioni, contenute all'interno del sito, è e rimane di responsabilità dell'utente. Non ci si assume alcuna responsabilità giuridica nel caso di incidente o danni di qualsiasi genere ed origine nell'uso del citato materiale. La visualizzazione o la stampa di informazioni contenute nel sito www.montagnando.it implicano, in modo imprescindibile, la presa visione e l'accettazione di quanto contenuto nell'allegata NOTA INFORMATIVA DI RESPONSABILITA' riguardante la "responsabilità dell'utente" nell'utilizzo delle sopracitate informazioni.

Attenzione: per visualizzare gli annunci pubblicitari viene utilizzato un cookie DoubleClick DART. L'utilizzo di questo cookie consente a Google di pubblicare annunci mirati per gli utenti. Questi cookie non permettono in alcun modo di identificare personalmente l'utente e non includono dati personali.





In questo sito utilizziamo cookies di profiliazione e di terze parti per l'inoltro di pubblicità mirata. Nell'informativa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Continuando a navigare in questo sito acconsenti all'uso dei cookies. Ok Informativa

- Stampa -