Forte Rite - Montagnando.it

Forte Rite

A guardia della valle del Boite (m 2183)

 

Foto aerea del Forte Rite

Foto aerea del Forte Rite


Ci troviamo ai margini della Valle del Boite, vicino a Cibiana di Cadore, sulla cima del Monte Rite, per osservare l'omonimo forte italiano della Grande Guerra.


Forte Rite - indicazioni per il parcheggio a Forcella CibianaForte Rite - vista dal parcheggioForte Rite - tabella a Forcella Cibiana

La strada inizia dalla Forcella Cibiana e sale percorrendo il lato sud del Monte Rite. Nel periodo estivo, é possibile usufruire del servizio navetta che partendo dalla Forcella Cibiana porta fino alla cima del Monte Rite.

Forte Rite - La Galleria lungo il percorso

Salendo con pendenza costante, parecchi tornanti e qualche galleria, la strada sterrata attraversa il bosco, che da folto si dirada sempre piú. All'uscita dell'ultima galleria incontriamo la caserma della guarnigione del forte, uno stabile molto grande a due piani lungo oltre 60 metri, completamente ristrutturato ora adibito ad altri usi.


Forte RiteForte Rite

Dopo la caserma, troviamo il penultimo tornante all'altezza della Forcella Déona, che separa il Col Alto dal Monte Rite, qui era posizionata una piccola batteria con due cannoni da 75 mm con funzione contraerea.


Forte Rite - porta d'accesso alla polverieraForte Rite - la porta che conduce nel forteForte Rite - salita al forte

Proseguendo ancora lungo la strada incontriamo alla nostra sinistra una prima piccola costruzione per l'accesso al forte. É dotata di quattro ingressi che conducono direttamente e rispettivamente il primo alla polveriera, situata sulla sinistra del forte alla fine di un lungo corridoio, il secondo e terzo accesso a due locali per il confezionamento dei cartocci e il quarto accesso a un ingresso di servizio per il forte, tramite un corridoio di circa quindici metri che porta direttamente al vano scale al centro del quale era installato il montacarichi per portare le munizioni al piano delle batterie.


Forte Rite - vista sulla ex-zona serviziForte Rite - rinvio della teleferica

Ecco le prime zone servizi e un traliccio di rinvio della teleferica per l'approvvigionamento veloce del forte.


Forte Rite - il forte

Il forte sorge sulla dorsale sommitale del monte Rite con il fronte di fuoco rivolto a Nord verso la valle del Boite. É strutturato ad un piano con la parte frontale addossata alla roccia scavata e il lato del fronte di gola invece a livello della strada. Il piano delle cupole e i pozzi delle batterie sono in cemento armato mentre la parte esterna del fronte di gola che rimane a vista, é lavorata in blocchi di pietra a conci bugnati. Era dotato di quattro cannoni da 149 A in cupole corazzate da 14 cm.

Il forte è stato risistemato a Museo per decisione dell'alpinista Reinhold Messner e della Regione Veneto, con un progetto sviluppato dall'Università di Architettura di Venezia - IUAV, diventando la sede del museo più alto d'Europa il Museo delle Nuvole conosciuto anche come uno dei "Messner Mountain Museum" dedicato alla roccia: all'Alpinismo Dolomitico e alla sua esplorazione.

Forte Rite - strada militare d´arrivo al forteForte Rite - passaggio di servizio

Nel muro di contenimento che contorna l'ultima salita al forte, c'è una poterna che porta al forte, ovvero un'apertura mascherata per permettere l'uscita in sordina dei soldati.

Come si vede nelle murature a secco delle strutture é stato fatto un uso magistrale della pietra.


Forte Rite - caserma

La caserma a ridosso del forte



Forte Rite - foto d'epocaForte Rite - le macerie dell'osservatorio

Il forte Rite é pressoché intatto tranne per le cupole che sono state fatte esplodere e poi asportate, stessa sorte occorsa all'osservatorio, anch'esso corazzato, costruito isolato sul lato ovest del forte e collegato da un corridoio in galleria di cui ora rimangono solo le tracce.


Forte Rite - basamento della telefericaForte Rite - basamento della telefericaForte Rite - sostegni di rinvio della teleferica

L'arrivo della teleferica sulla sommitá del monte.


Gli interni del Forte Rite - corridoio centraleForte Rite - altra vista del corridoio centraleForte Rite - case Walser

Gli interni, in ottimo stato di conservazione, dopo l'intervento di ripristino per diventare la sede del Messner Mountain Museum - Dolomites - é aperto dal 1° giugno al 30 settembre. All'interno vi sono esposte opere sulla montagna donate da Messner, come dipinti di varie epoche, modelli di noti gruppi montuosi e riproduzioni di tipiche abitazioni montane.


Forte Rite - fureriaForte Rite - equipaggiamentoForte Rite - porta e relativi fori d'aerazione

Naturalmente vi sono anche ricostruiti alcuni ambienti militari della Grande Guerra con mobili e arredi.


Forte Rite - opere esposteForte Rite - finestra sul fronte di golaForte Rite - vista dal forteForte Rite - scala d´accesso al pozzo di combattimento

Il forte, nella sua parte interna, mantiene inalterata la sua struttura muraria, l'unica parte dove é stata rimaneggiata sono le cupole di acciaio, ora sostituite da strutture in vetro che, anche se ne alterano la struttura originaria, permettono da una parte la fruizione di ulteriori ambienti nel forte stesso e dall'altra offrono la possibilità di ammirare il panorama circostante rimanendo al coperto.


La struttura delle nuove cupole realizzate in lastre di vetro e sorrette da elementi metallici, vuole riprodurre i cristalli della Dolomia e ha gli spigoli orientati verso le principali cime circostanti, il Civetta, il Pelmo, il Sorapiss e l'Antelao.

Forte Rite - particolare della scanalatura dei gradiniForte Rite - il tetto del forte attraverso le nuove cupoleForte Rite - il tetto del forte attraverso le nuove cupole

Le scale del pozzo e veduta dalle cupole


Forte Rite - scala d´accesso al pozzo, notare l'anello per il posizionamento del cannoneForte Rite - particolare dell'alloggiamento del meccanismo per la salita delle munizioniForte Rite - riservetta

Le scale dal pozzo, particolare sullo spazio ricavato dal vano per la salita delle munizioni e una riservetta accanto ai pozzi.


Forte Rite - discesa verso la galleria che porta alla casermetta

Scala d'accesso alla galleria che porta alla casermetta, situata a un livello inferiore, sul versante meridionale.


Forte Rite - seconda cupolaForte Rite - altra vista sul tetto

Il secondo pozzo di combattimento con relativa cupola e vista sul tetto del forte.


Forte Rite - vista sul Civetta e PelmoForte Rite - terza cupola (e l'ultima accessibile)

Dalla terza cupola (e l'ultima cui si puó avere accesso) la visione diviene interessante, possiamo ammirare infatti, il Civetta, il Pelmo e l'Antelao.




Forte Rite - corridoio di collegamento all'osservatorioForte Rite - vista sulla prima cupolaForte Rite - le tre cupole sul tetto

Terminata la visita all'interno è possibile salire sul tetto aggirando il forte sul lato sinistro, passando accanto a quel che rimane del corridoio di collegamento all'osservatorio.



Forte Rite - panoramiche a Sud verso le Crode di BosconeroForte Rite - le Crode di Bosconero

Panorami lato Sud, verso le Crode di Bosconero.



Forte Rite - terza cupolaForte Rite - le riproduzioni esposte nella terza cupola

La terza cupola coperta con la nuova struttura a vetri e al suo interno alcuni modellini esposti.



Forte Rite - quarta cupola

La quarta cupola ricostruita in cemento, ma nella sua forma originaria e alle sue spalle la cima del Monte Rite. Data la sua straordinaria posizione, il monte Rite purtroppo è anche sede di un'antenna ripetitore che sicuramente non ingentilisce il paesaggio.



Forte Rite - il tetto del forte sullo sfondo il gruppo del Moiazza-Civetta

In questa foto verso Ovest si puó distinguere la forma del forte e il gruppo del Moiazza-Civetta sullo sfondo.


Forte Rite - tabelle sulla Cima del Monte RiteForte Rite - il Civetta e a destra il Pelmo

Dalla cima del Monte Rite, si possono ammirare splendidi panorami a 360 gradi. Situato sulle pendici sud-orientali del gruppo Dolomitico del Pelmo e della Croda del Lago, il monte Rite, dal centro del Cadore, permette di osservare alcuni di più famosi gruppi dolomitici.


Foto aerea del Forte Rite

Foto aerea della sommitá del monte Rite.
Si possono notare sulla destra del forte le due casermette di servizio, dove in una ha sede il rifugio Dolomites.


il monte PelmoForte Rite - il monte Pelmo

Il monte Pelmo.


Borca di Cadore e sullo sfondo Cortina e le TofaneForte Rite - il lago di Vodo di Cadore

La valle del Boite con il gruppo del Sorapiss e il lago di Vodo di Cadore.


Forte Rite - gruppo del Sasso di Bosconero

Il panorama verso Sud offre la vista sul gruppo del Sasso di Bosconero.


Forte Rite - gruppo dello Spiz di Mezzo e il Tamer

A Sud-Ovest abbiamo il gruppo dello Spiz di Mezzo e il Tamer.


Panorama a Nord con vista sul gruppo delle Tofane, sul gruppo del Sorapiss e sulle pendici dell'Antelao

Il panorama a Nord offre la vista sul gruppo delle Tofane, sul Sorapiss e sulle pendici dell'Antelao


Gruppo delle Tofane

Il gruppo delle Tofane


Gruppo del Sorapiss

Il gruppo del Sorapiss


Sfornioi Nord nel gruppo del Bosconero

Lo Sfornioi Nord nel gruppo del Sasso di Bosconero


Foto Panoramiche


Forte Rite panoramica a Nord


Forte Rite panoramica a Nord-Ovest




Altre foto

Forte Rite - la casermettaForte Rite - passaggio di collegamento

Altri locali e un passaggio adiacenti al forte



Poster dei Messner Mountain Museum - Castel Firmiano e il Dolomites sul Monte RitePoster dei Messner Mountain Museum - l'Ortles e lo Juval

Poster di quattro sedi del Messner Mountain Museum, ora le sedi sono cinque e per l'estate del 2014 è prevista l'apertura della sesta.


Forte Rite - verso la cima del Monte RiteForte Rite - panorama


Forte Rite - Cima del Monte RiteCima del Monte Rite vista da NordForte Rite - panorama

Vista della Cima del Monte Rite e delle pendici a Nord.


Forte Rite - salita sul tetto del forteForte Rite - sentiero dal forte verso la cima

Salita sul tetto del forte



Tabella del percorso alla croce del Monte RiteLa Croce del monte RiteVista dei ruderi della caserma Cozzene

É possibile inoltre aggirare la cima del Monte Rite in un percorso che porta fino alla croce. Lungo il sentiero sono visibili ancora tracce della Grande Guerra e i ruderi della caserma Cozzene.


Rifugio Dolomites


Forte Rite - terrazza del rifugio Dolomites

Su alcuni locali dell'ex casermetta ha aperto il Rifugio Dolomites (dal ladino Dolomiti), che offre un punto d'appoggio veramente panoramico. In estate, nei dintorni del rifugio è possibile anche scorgere un bel branco di Yak al pascolo. Il rifugio é aperto tutti i giorni da Giugno a Ottobre mentre in inverno è aperto nei fine settimana e nei gioni festivi, ma se avete necessitá in altre date i simpatici gestori Gianni e Cristina saranno felici di concordare altri periodi su prenotazione.


Dati del rifugio

Anno di apertura: 2002
Altitudine: m. 2160 slm
Zona Alpina: Dolomiti del Pelmo e Croda dal Lago
Gruppo montuoso: Monte Rite
Località: Cibiana di Cadore
Provincia: Belluno
Posti letto: 30
Bivacco invernale: Concordare l'apertura con i gestori
Periodo di apertura: 01/06 - 30/10
Cellulare 1: +39 347 3896002
Cellulare 2: +39 328 7248721
Telefono: +39 0435 31315
Email: info@rifugiomonterite.it

Schema delle principali vette

Le principali vette visibili dalla cima del Monte Rite

Cime a Nord-Ovest Cime a Nord Cime a Nord-Est
Cime a Ovest Cime a Est
Cime a Sud-Ovest Cime a Sud Cime a Sud-Est






Storia

FORTE RITE

La mancanza di adeguate opere di difesa e la vicinanza del confine Austro-Ungarico indussero l'alto Comando del Regio Esercito a erigere un'opera che potesse arginare l'avanzata del nemico. Data la posizione strategica del monte Rite, che sorge isolato a lato della Valle del Boite, con ampio raggio d'azione sia a Nord verso Cortina e il confine Austro-Ungarico, a Ovest sulla Val Zoldana e a Est verso il centro Cadore vi fu decisa la costruzione dell'omonimo forte. La costruzione inizió nel 1911 grazie a una teleferica proveniente da Vodo, successivamente venne anche costruita una strada che partendo da Venas raggiungesse Forcella Cibiana e quindi il forte. Il forte entrava a fare parte della Fortezza Cadore-Maé.

Costruito sulla dorsale sommitale con il fronte di fuoco rivolto a Nord, era dotato di quattro cannoni da 149 A in cupole corazzate da 140 mm, con osservatorio anch'esso corazzato e probabilmente aggiunto in un secondo tempo. Nel fianco a Sud non esposto al nemico verso Est erano situate le casermette, i depositi e i laboratori per confezionare le cariche mentre il deposito delle polveri, la Santa Barbara, era situato in profonditá sul lato Ovest rispetto al forte e ad esso collegata da una lunga galleria.
Sulla forcella Déona erano posti due cannoni da 75 mm con funzione contraerea, mentre sulla dorsale verso il Cadore trovava posto una batteria di quattro cannoni da 149 su affusto cingolato. Una grande caserma sorgeva invece lungo la carrabile verso Forcella Cibiana a circa quattrocento metri in linea d'aria dal forte.
Quando fu abbandonato in tutta fretta, durante la ritirata di Caporetto, il forte fu minato, la caserma incendiata e i pezzi del forte furono sabotati mentre venivano asportate tutte le granate.

Altre distruzioni e saccheggiamenti furono apportati dagli Austriaci nella successiva ritirata e negli anni seguenti dalle popolazioni locali, che asportarono quanto loro poteva servire, sia quello che potevano rivendere sia tutto quello che potevano rilavorare, non dimentichiamoci, infatti, che il vicino paese di Cibiana è famoso per la creazione e lavorazioni delle chiavi.




LA TELEFERICA DELLA VALLE DEL BOITE

Nel 1913 vennero iniziati i lavori per la costruzione di una teleferica trifune tipo "Valtellina" che collegava la cima del Monte Rite a quota 2175 metri sul livello del mare (mslm) (stazione di arrivo) con la stazione di scarico e partenza in localitá Ruvignan a quota 875 mslm. La lunghezza in linea d'aria dell'impianto era di 3440 metri con un dislivello di 1270 metri e la distribuzione delle funi su tre campate.

La teleferica di Monte Rite, nella stazione di Ruvignan, si collegava a un'imponente teleferica sempre Trifune, sempre tipo "Valtellina", concepita per velocizzare il trasporto di materiali e viveri al sistema militare difensivo e offensivo della Valle del Boite. Questo sistema di trasporto a cavo, costruito dalla ditta Spadaccini, partiva dalla stazione di Perarolo a 565 mslm, seguiva dapprima la valle del Piave e in localitá Col di Zordo (abitato di fronte a Perarolo) cambiava direzione imboccando l'asta fluviale del torrente Boite per giungere rettilinea alla stazione motrice d'angolo di Seppiane 845 mslm (Venas). Da qui la teleferica oltrepassa il Boite e giungeva alla stazione motrice d'angolo in localitá Le Nove (Cibiana) 935 m e oltrepassato ancora il Boite arrivava alla stazione di scarico e partenza per il Monte Rite di Ruvignan; dopo un breve tratto la teleferica arrivava alla stazione terminale di Peaio a 903 m.

La lunghezza complessiva dell'opera era di 9500 metri con il superamento di un dislivello di 590 metri.
Questa interessante opera ingegneristica aveva lo scopo di decongestionare, insieme alla stazione ferroviaria di Sottocastello, il terminale ferroviario di Calalzo che avrebbe smistato da lí a qualche anno, materiali, armamenti, vettovagliamenti ecc. per l'intero fronte da Sappada a Cortina sopportando un enorme sforzo organizzativo.

La posizione delle diverse stazioni motrici d'angolo nelle immediate vicinanze della strada d'Alemagna permetteva un continuo scambio tra le due vie di trasporto; si poteva cosí alleggerire e/o limitare il trasporto di materiali, munizioni e viveri su strada visot che gli automezzi e gli animali erano sicuramente meno efficienti.






Dove si trova

Ci troviamo nel gruppo delle Dolomiti del Pelmo e Croda dal Lago, sul monte Rite, ai margini della Valle del Boite nel comune di Cibiana di Cadore (BL).





Come si raggiunge


Il monte Rite si raggiunge partendo da Forcella Cibiana. Prevenendo dalla Valle del Boite, raggiungere Venas quindi seguire le indicazioni per Cibiana di Cadore e quindi per Passo Cibiana. Arrivando invece dalla Val di Zoldo a Forno di Zoldo prendere la deviazione per Passo Cibiana.


Apertura:

Il museo del Forte Rite è aperto dal 1° Giugno al 30 Settembre, mentre il rifugio Dolomites chiude a fine Ottobre.




Tempi di percorrenza

Il tempo impiegato per il percorso a piedi é di due ore e un quarto all'andata e di un'ora e un quarto al ritorno.



Mappe Interattive

Posizione del parcheggio alla forcella Cibiana e inizio della strada


Posizione del forte:




Forte Rite
SCHEDA PERCORSO
Provincia:Belluno
Comune:Cibiana di Cadore
Coordinate punto di arrivo:46.38391 - 12.25448
(46°23'2" N - 12°15'16" E)
Coordinate parcheggio:46.3754 - 12.26145
(46°22'31" N - 12°15'41" E)
Altitudine di partenza (m):1536
Altitudine di arrivo (m):2183
Dislivello (m):647
Difficoltà del percorso:E - Escursionistico
Ore a piedi:
(andata e ritorno, esclusa visita)
3 ore 30 minuti
Come si raggiunge:A piedi, In mountain bike
Tipologia:Naturalistico, Storico, Panoramico





Grazie della vostra visita !





Data visita: 11/09/2009
Creato il: 02/12/2009
Aggiornato il: 24/11/2013

Autore: Flavio C.

 

Altri itinerari nelle vicinanze:




;-) :-) :-D :-( :-o :-O B-) :oops: :-[] :-P
Commento
E' possibile modificare le sottoscrizioni o l'invio automatico di nuovi commenti inseriti di questa pagina su Iscriviti a Montagnando.
Per la rimozione dei propri commenti scrivere a montagnando@montagnando.it
Ci riserviamo il diritto di eliminare i commenti ritenuti diffamatori, pubblicitari e non inerenti al contenuto.
Per prevenire lo SPAM automatico, inserisci nella text-box il testo che visualizzi nell'immagine. Inoltre controlla che il tuo browser supporti i cookie, altrimenti il sistema non riconoscerà il controllo e non ti sarà inserito il commento. Grazie.
Aggiorna Captcha »


IMPORTANTE: Il materiale presente nel sito è puramente indicativo. L'utilizzo libero e personale delle informazioni, contenute all'interno del sito, è e rimane di responsabilità dell'utente. Non ci si assume alcuna responsabilità giuridica nel caso di incidente o danni di qualsiasi genere ed origine nell'uso del citato materiale. La visualizzazione o la stampa di informazioni contenute nel sito www.montagnando.it implicano, in modo imprescindibile, la presa visione e l'accettazione di quanto contenuto nell'allegata NOTA INFORMATIVA DI RESPONSABILITA' riguardante la "responsabilità dell'utente" nell'utilizzo delle sopracitate informazioni.

Attenzione: per visualizzare gli annunci pubblicitari viene utilizzato un cookie DoubleClick DART. L'utilizzo di questo cookie consente a Google di pubblicare annunci mirati per gli utenti. Questi cookie non permettono in alcun modo di identificare personalmente l'utente e non includono dati personali.





In questo sito utilizziamo cookies di profiliazione e di terze parti per l'inoltro di pubblicità mirata. Nell'informativa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Continuando a navigare in questo sito acconsenti all'uso dei cookies. Ok Informativa

- Stampa -