Forte Cima Lan

Fortificazione italiana della Grande Guerra (m 1261)

 

Il forte Cima Lan si presenta completamente distrutto ma con ancora delle cose interessanti da scoprire. Tra queste abbiamo trovato delle feritoie per i fucilieri ancora con il suo metallo di difesa, che riduceva la feritoia in cemento in due postazioni.

Forte Cima Lan - Ingresso al ForteForte Cima Lan - Particolare della feritoia per fucilieri

Un altra stanza ben conservata ed ancora intatta è la centrale elettrica. Qui sono ben visibili gli avvallamenti che tenevano il generatore, il motore a scoppio, un volano. Si vedono inoltre gli isolamenti in ceramica dove erano fissati i cavi per la distribuzione dell'energia elettrica.

Forte Cima Lan - Centrale elettrica

Ma la cosa in assoluto più interessante è la Santa Barbara. Il deposito di munizioni si trova sempre nel posto più protetto del forte, di solito, come in questo caso, scavato in profondità. L'accesso non è stato agevole, alcuni punti del passaggio sono franati.

Forte Cima Lan - Galleria di accesso alla S.Barbara

Nel visitare diversi forti ci siamo sempre domandati come realmente fosse fatto l'interno di questi depositi. Le munizioni hanno bisogno di essere all'asciutto e, in grotta, l'umidità e sempre molto alta.

In qualche forte abbiamo trovato segni di una copertura interna in legno, ma qui abbiamo avuto l'evidenza che la copertura era doppia. Praticamente, sotto la volta in roccia, c'erano due strati di copertura in legno, come fossero due mezze botti una dentro l'altra. Sicuramente questo non era sufficiente, da qualche parte ci sarà stata anche una fonte di aria calda.

Forte Cima Lan - S.BarbaraForte Cima Lan - Particolari della coperturaForte Cima Lan - Particolari della copertura

Forte Cima Lan - Particolari della coperturaForte Cima Lan - Particolari della copertura

Nella galleria che porta alla S.Barbara un'altra cosa interessante. Un lungo camino ci ha fatto scorgere l'esterno, ha cosa sarà servito? In superficie abbiamo trovato che terminava in una cupola in mezzo al bosco. Ma non sarà stato pericoloso? Era fuori dal perimetro del forte e quindi in posizione non difesa. Un motivo ci sarà stato ma non siamo riusciti a comprenderlo.

Forte Cima Lan - Camino della S.BarbaraForte Cima Lan - Cupola di terminazione del camino


 



Come si raggiunge:

Da Arsiè (BL) si seguono le indicazioni per Col Perer, poi si troveranno le indicazioni specifiche per il forte. La strada diventata bianca finisce nei pressi di una casa. Da lì si prosegue a piedi per una decina di minuti.


 



Mappe Interattive:



Forte Cima Lan
SCHEDA PERCORSO
Provincia:Belluno
Comune:Arsiè
Coordinate punto di arrivo:46.00981 - 11.75621
(46°0'35" N - 11°45'22" E)
Altitudine di arrivo (m):1261
Difficoltà del percorso:T - Turistico
Ore a piedi (esclusa visita):20 minuti
Come si raggiunge:A piedi, In mountain bike
Tipologia:Storico




Altre Foto:

Altre foto:

Forte Cima Lan - TrinceaForte Cima Lan - Accesso alla torretta del cannoneForte Cima Lan - Postazioni delle cupole

Forte Cima Lan - Galleria nei pressi della centrale elettricaForte Cima Lan - Interno del forte invaso dalla vegetazione

Forte Cima Lan - RestiForte Cima Lan - Un altro ambiente intatto


 



Storia: (tratta da fortificazioni.net)

Opera che faceva parte dello Sbarramento Brenta-Cismon. Nel corso della ritirata italiana nell'autunno del 1917 dopo i fatti di Caporetto, il distaccamento comandato da Sirolli tenne la zona adiacente al forte fino a che fu ritenuto possibile ma, quando il pericolo di aggiramento da parte del nemico si fece reale fu deciso di far saltare il forte. Un reparto del genio coadiuvato dalla guarnigione del forte stesso preparò le cariche e fece saltare l'opera. Nell'esplosione, le strutture furono disintegrate letteralmente. Nei giorni precedenti aveva tenuto sotto controllo le truppe austriache nei pressi di Serro.


 

Data visita: 23/09/2006
Creato il: 07/10/2006

Autore: Corrado DZ.

 

Altri itinerari nelle vicinanze:




;-) :-) :-D :-( :-o :-O B-) :oops: :-[] :-P
Commento
E' possibile modificare le sottoscrizioni o l'invio automatico di nuovi commenti inseriti di questa pagina su Iscriviti a Montagnando.
Per la rimozione dei propri commenti scrivere a montagnando@montagnando.it
Ci riserviamo il diritto di eliminare i commenti ritenuti diffamatori, pubblicitari e non inerenti al contenuto.
Per prevenire lo SPAM automatico, inserisci nella text-box il testo che visualizzi nell'immagine. Inoltre controlla che il tuo browser supporti i cookie, altrimenti il sistema non riconoscerà il controllo e non ti sarà inserito il commento. Grazie.
Aggiorna Captcha »
R: Santa Barbara
Grazie Normann per il tuo contributo, è vero che veniva usata la cordite ma la polvere nera era ancora presente durante la prima guerra mondiale.
La cosa interessante è trovare ancora questa copertura in legno che tendenzialmente veniva fatta anche nei ricoveri per i soldati e che adesso si fatica a trovare ancora delle tracce.

Corrado
Corrado # 28/09/2012 14:44:15
Santa Barbara
Non è vero che la Santa Barbara deve essere per forza all'asciutto, questo valeva per la sola polvere nera, il progresso ha portato alla cordite o polvere infume, che detona anche sott'acqua se innescata in bossolo.
Il camino della Santa Barbara è un'architettura obbligata per mitigare gli effetti di un eventuale scoppio, che trova così una via di sfogo, portando minori danni alla struttura.
Ciao,
N
Normann # 28/09/2012 12:42:03


IMPORTANTE: Il materiale presente nel sito è puramente indicativo. L'utilizzo libero e personale delle informazioni, contenute all'interno del sito, è e rimane di responsabilità dell'utente. Non ci si assume alcuna responsabilità giuridica nel caso di incidente o danni di qualsiasi genere ed origine nell'uso del citato materiale. La visualizzazione o la stampa di informazioni contenute nel sito www.montagnando.it implicano, in modo imprescindibile, la presa visione e l'accettazione di quanto contenuto nell'allegata NOTA INFORMATIVA DI RESPONSABILITA' riguardante la "responsabilità dell'utente" nell'utilizzo delle sopracitate informazioni.

Attenzione: per visualizzare gli annunci pubblicitari viene utilizzato un cookie DoubleClick DART. L'utilizzo di questo cookie consente a Google di pubblicare annunci mirati per gli utenti. Questi cookie non permettono in alcun modo di identificare personalmente l'utente e non includono dati personali.





In questo sito utilizziamo cookies di profiliazione e di terze parti per l'inoltro di pubblicità mirata. Nell'informativa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Continuando a navigare in questo sito acconsenti all'uso dei cookies. Ok Informativa

- Stampa -