Rifugio Sorgenti del Piave

Piave: fiume Sacro alla Patria (m 1840)

 

Rifugio Sorgenti del Piave

Il Rifugio Sorgenti del Piave, il cui nome richiama immediatamente una delle pagine storiche più tristi della nostra Italia, è veramente facile da raggiungere

 

Il monte LastroniParcheggioIl Monte Peralba e a destra il Monte Chiadenis

Lasciamo l'auto al parcheggio indicato nelle mappe e proseguiamo lungo la strada asfaltata e poco frequentata

 

Il fianco Sud del Monte Peralbaverso il Rifugio Sorgenti del Piave

la SP22 verso il Rifugio Sorgenti del PiaveGuardando indietro verso il parcheggio e il monte Lastroni

 

Per arrivare in dieci minuti alla nostra meta.

in pochi minuti siamo in vista del rifugioRifugio Sorgenti del PiaveRifugio Sorgenti del Piave

 

Se si hanno particolari necessità è comunque possibile arrivare, al parcheggio del rifugio, anche con l'auto.

l'indicazione del RifugioRifugio Sorgenti del PiaveRifugio Sorgenti del Piave

 

Il rifugio sorge su un'ampia radura ai margini della parete Sud del Monte Peralba

Rifugio Sorgenti del Piavela sorgente davanti al fianco Sud del Monte PeralbaLa Sorgente del Piave

  

Sorgente del PiaveLa sorgente del fiume Piaveil primo tratto all'aperto del PiaveRifugio Sorgenti del Piave

Ma prima del rifugio incontriamo la sorgente/risorgiva dove sgorga in superficie il nostro caro fiume. Dalla polla parte un piccolo ruscello che costituisce il tratto iniziale del Piave

  

Ecco il rifugio

Rifugio Sorgenti del PiaveRifugio Sorgenti del Piavecenni storici

  

Vicino vi è un monumento Italo/Austriaco dedicato alla Pace

monumento alla Pace

 

e una piccola cappella

la piccola Cappellainterno della Cappella

  

Alcuni fiori di Genziana

Fiore di GenzianaRifugio Sorgenti del PiaveGenziana Asclepiadea, particolare


 



Tempi di percorrenza: 10 minuti

Il percorso è facile e privo di difficoltà, infatti è considerato T-turistico e si svolge quasi in piano, seguendo la strada provinciale 22 che termina proprio al rifugio, impiegando per l'andata circa 10 minuti.

Volendo dalle Sorgenti del Piave parte il sentiero che attraverso il bosco porta al rifugio Pier Fortunato Calvi a quota 2164 m (350 m di dislivello).

 


 



Collocazione geografica:

Il Rifugio Sorgenti del Piave si trova nelle Alpi Carniche, in Val Sesis comune di Sappada e provincia di Udine, nella stupenda regione del Friuli Venezia Giulia.

Rifugio Sorgenti del Piave


 



Come si raggiunge:

Da Sappada o Forni Avoltri dirigersi verso Cima Sappada e svoltare lungo la SP22 a fianco della Chiesa, quindi seguire le indicazioni per ii rifugio Sorgenti del Piave per 9 Km


 



Mappe Interattive:



Rifugio Sorgenti del Piave
SCHEDA PERCORSO
Provincia:Udine
Comune:Sappada
Coordinate punto di arrivo:46.62311 - 12.70944
(46°37'23" N - 12°42'34" E)
Coordinate parcheggio:46.62023 - 12.71636
(46°37'13" N - 12°42'59" E)
Altitudine di partenza (m):1815
Altitudine di arrivo (m):1840
Dislivello (m):30
Difficoltà del percorso:T - Turistico
Ore a piedi:
(andata e ritorno, esclusa visita)
20 minuti
Ore in mountain bike (andata e ritorno):10 minuti
Km totali:0,7
Come si raggiunge:A piedi, In auto, In mountain bike, Per disabili
Tipologia:Naturalistico, Paesaggistico, Storico




Storia: dai tabelloni trovati in loco

Il Piave mormorò: non passa lo straniero

1914 - 1918 - Principali eventi bellici della prima Guerra Mondiale

28 Giugno 1914 - Il granduca Francesco Ferdinando d'Austria e sua moglie Sofia vengono assasinati a Sarajevo

28 Luglio 1914 - l'Austria/Ungheria dichiara guerra alla Serbia. Scattano altre dichiarazioni di guerra tra Germania, Russia, Francia e altre nazioni. l'Italia pur alleata di Germania e Austria/Ungheria per precedenti patti di alleanza, considerando la Guerra alla Serbia un atto di offesa e non di difesa si mantiene neutrale.

23 Maggio 1915 - l'Italia esce dalla stato di neutralità e dichiara guerra all'Austria-Germania

6 Ottobre 1917 - gli USA entrano in guerra contro la Germania in seguito dell'affondamento del piroscafo Lusitania ed inviano le loro truppe in Europa.

24 Ottobre 1917 - a Caporetto ha inizio una forte offensiva di germanici e austriaci, contro l'esercito italiano. Dopo giorni di resistenza il nemico ruppe il fronte Orientale e dilaga nella pianura Veneta e Friulana da Udine fino al Piave. Dalla forcella di Claut, Rommel scende a Longarone e blocca l'esercito Italiano che presidiava il Cadore.

Attacchi violenti e resistenze eroiche vanno avanti per giorni fino all'assestamento del fronte sulla riva destra del Piave Veneto e verso la fine di Dicembre sul Monte Grappa.

l Piave divenne il simbolo della patria "Il Fiume Sacro". Si dovettero richiamare le riserve arruolando i giovani di 18 anni, i ragazzi del '99 che per valore e coraggio dimostrato meritarono l'appellativo di "Classe di Ferro"

8 Novembre 1917 - Il "Generalissimo" Cadorna viene rimosso e il comando generale passa con rinnovata determinazione alla guida del Gen. Armando Diaz, il quale unisce con il Giornalino della Truppa, chiamato la "Tradotta", la voce dei soldati.

Metà Giugno - 21 Solstizio d'Estate 1918 - "La Battaglia del Solstizio" sferrata con estremo sforzo e logoramento da parte degli Austro/Ungarici per 20 giorni e con il fiume Piave in piena. Fu l'inizio della sconfitta che costò all'Austria 150.000 uomini e i primi crolli dell'Impero.

24 Ottobre 1918 - "La Battaglia di Vittorio Veneto" luogo dove avvenne lo sfondamento delle linee nemiche con la vittoria dell'Italia.

3 Novembre 1918 - L'Austria si arrese e firmò l'armistizio a "Villa Giusti" a Padova, così sanciva la cessazione della guerra

4 Novembre 1918 - Le truppe Italiane entrate a Trento e Trieste issarono il Tricolore.

  

Le Sorgenti del Piave "fiume Sacro alla Patria", si trovano in Val Sesis ai confini con l'Austria a quota 1830 m. Nasce ai piedi del Monte Peralba, scende nella valle e scorre lungo le 15 borgate del comune di Sappada "Plodn" paese delle Dolomiti Cadorine di cultura e tradizioni Germanofone. Bagna la pianura veneta fino alle foci nell'Adriatico.


 

Data visita: 05/09/2018
Creato il: 22/04/2019

Autore: Flavio C.

 

Altri itinerari nelle vicinanze:




;-) :-) :-D :-( :-o :-O B-) :oops: :-[] :-P
Commento
E' possibile modificare le sottoscrizioni o l'invio automatico di nuovi commenti inseriti di questa pagina su Iscriviti a Montagnando.
Per la rimozione dei propri commenti scrivere a montagnando@montagnando.it
Ci riserviamo il diritto di eliminare i commenti ritenuti diffamatori, pubblicitari e non inerenti al contenuto.
Per prevenire lo SPAM automatico, inserisci nella text-box il testo che visualizzi nell'immagine. Inoltre controlla che il tuo browser supporti i cookie, altrimenti il sistema non riconoscerà il controllo e non ti sarà inserito il commento. Grazie.
Aggiorna Captcha »


IMPORTANTE: Il materiale presente nel sito è puramente indicativo. L'utilizzo libero e personale delle informazioni, contenute all'interno del sito, è e rimane di responsabilità dell'utente. Non ci si assume alcuna responsabilità giuridica nel caso di incidente o danni di qualsiasi genere ed origine nell'uso del citato materiale. La visualizzazione o la stampa di informazioni contenute nel sito www.montagnando.it implicano, in modo imprescindibile, la presa visione e l'accettazione di quanto contenuto nell'allegata NOTA INFORMATIVA DI RESPONSABILITA' riguardante la "responsabilità dell'utente" nell'utilizzo delle sopracitate informazioni.

Attenzione: per visualizzare gli annunci pubblicitari viene utilizzato un cookie DoubleClick DART. L'utilizzo di questo cookie consente a Google di pubblicare annunci mirati per gli utenti. Questi cookie non permettono in alcun modo di identificare personalmente l'utente e non includono dati personali.





In questo sito utilizziamo cookies di profiliazione e di terze parti per l'inoltro di pubblicità mirata. Nell'informativa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Continuando a navigare in questo sito acconsenti all'uso dei cookies. Ok Informativa

- Stampa -