Anello Pian delle Fugazze - Campogrosso

Attraversando il Ponte Avis (m 1493)

 

Questo percorso è ad anello intorno al monte Baffelan e monte Cornetto. Si può partire da Pian delle Fugazze (Vallarsa - TN) o dal passo di Campogrosso (Recoaro Terme - VI).

I parcheggi a Pian delle Fugazze sono tutti a pagamento, mentre a Campogrosso sono gratuiti.

Noi siamo partiti dai pressi dell'Ossario del Pasubio facendo il percorso in senso orario. L'Ossario ha un suo parcheggio gratuito con permanenza massima di due ore, ma è ad esclusivo utilizzo dell'Ossario.

Anello Pian delle Fugazze - CampogrossoAnello Pian delle Fugazze - Campogrosso

Anello Pian delle Fugazze - CampogrossoAnello Pian delle Fugazze - Campogrosso

Il percorso non presenta particolari difficoltà e non ha pendenze impegnative ed è quasi totalmente su strada asfaltata (chiusa al transito).

Anello Pian delle Fugazze - Campogrosso - Ponte AVISAnello Pian delle Fugazze - Campogrosso - Ponte AVIS

Il passaggio sul ponte sospeso Avis (impropriamente definito ponte tibetano) è, per chi soffre di vertigini come me, l'unica vera difficoltà. Molti diranno che è una "passeggiata" ma non è così per tutti. L'oscillazione del ponte peggiora le cose ... il mio personale consiglio è tenersi e guardare solo la testa di chi ti sta davanti e in pochi secondi si è già dall'altra parte.

Anello Pian delle Fugazze - CampogrossoAnello Pian delle Fugazze - Campogrosso

Per quanto fosse stata una giornata di sole, le nuvole basse ci hanno nascosto alla vista la pianura veneta.

Ma alle nuvole piace giocare con le montagne e qualche volta ci regalano delle belle prospettive.

Anello Pian delle Fugazze - CampogrossoAnello Pian delle Fugazze - CampogrossoAnello Pian delle Fugazze - Campogrosso

Anello Pian delle Fugazze - CampogrossoAnello Pian delle Fugazze - CampogrossoAnello Pian delle Fugazze - Campogrosso

Da Pian delle Fugazze al rifugio Campogrosso siamo rimasti nella parte veneta del percorso. Il ritorno è in territorio trentino.

Anello Pian delle Fugazze - CampogrossoAnello Pian delle Fugazze - Campogrosso

Nei pressi del passo di Campogrosso si sviluppa un piccolo anello per visitare alcune postazioni della Grande Guerra.

Anello Pian delle Fugazze - Campogrosso - Panorama verso il gruppo del CaregaAnello Pian delle Fugazze - Campogrosso - Panorama verso il gruppo del CaregaAnello Pian delle Fugazze - Campogrosso

Anello Pian delle Fugazze - Campogrosso - Panorama verso il gruppo del CaregaAnello Pian delle Fugazze - CampogrossoAnello Pian delle Fugazze - Campogrosso

Anello Pian delle Fugazze - CampogrossoAnello Pian delle Fugazze - CampogrossoAnello Pian delle Fugazze - Campogrosso


 



Mappe Interattive:


 



Anello Pian delle Fugazze - Campogrosso
SCHEDA PERCORSO
Provincia:Vicenza
Comune:
Coordinate punto di arrivo:45.75229 - 11.18657
(45°45'8" N - 11°11'12" E)
Altitudine di partenza (m):1228
Altitudine di arrivo (m):1493
Dislivello (m):500
Difficoltà del percorso:T - Turistico
Ore a piedi:
(andata e ritorno, esclusa visita)
3 ore
Come si raggiunge:A piedi, In mountain bike
Tipologia:Naturalistico, Paesaggistico, Panoramico




Storia: (tratta dal tabellone in loco)

PONTE AVIS

Questo ponte è intitolato ad AVIS (associazione volontari italiani sangue), in memoria del tragico evento che, il primo settembre 1956, avvenne proprio su questa strada.

Alle 15,30, in seguito al maltempo e ad una manovra errata dell'autista, un pulmino con a bordo 27 persone provenienti da Recoaro Terme, precipitò tragicamente nella scarpata.

Grazie alla presenza di alcuni operai che stavano eseguendo dei lavori di manutenzione al manto stradale, venne dato immediatamente l'allarme. Si mobilitò chiunque fosse in grado di dare il proprio contributo: vigili del fuoco, carabinieri, gruppi alpini, ecclesiastici e privati.

Il pulmino si era capovolto più volte nella caduta, provocando la morte di 15 persone. I feriti furono 11 e vennero trasportati d'urgenza all'ospedale di Schio.

I medici, vista la gravità della situazione, lanciarono immediatamente un appello alla popolazione per la raccolta urgente di sangue per fronteggiare l'emergenza.

La generosità di chi era già donatore di sangue e di chi lo diventò quel giorno, contribuì alla salvezza dei feriti.

Nessuno dei donatori, in ossequio ai principi fondamentali del dono, chiese un compenso o chiese a quale dei feriti fosse destinato il suo sangue.

In ricordo al tragico evento e della straordinaria generosità dimostrata dalla popolazione, questi donatori decisero di associarsi ed il 26 maggio 1957 veniva costituita la Sezione Comunale AVIS di Schio.

Con la speranza che il loro esempio ricordi alle generazioni future l'importanza del nobile gesto del "Dono del Sangue".

AVIS SCHIO-ALTOVICENTINO


 

Data visita: 02/06/2018
Creato il: 06/04/2020

Autore: Corrado DZ.

 

Altri itinerari nelle vicinanze:




;-) :-) :-D :-( :-o :-O B-) :oops: :-[] :-P
Commento
E' possibile modificare le sottoscrizioni o l'invio automatico di nuovi commenti inseriti di questa pagina su Iscriviti a Montagnando.
Per la rimozione dei propri commenti scrivere a montagnando@montagnando.it
Ci riserviamo il diritto di eliminare i commenti ritenuti diffamatori, pubblicitari e non inerenti al contenuto.
Per prevenire lo SPAM automatico, inserisci nella text-box il testo che visualizzi nell'immagine. Inoltre controlla che il tuo browser supporti i cookie, altrimenti il sistema non riconoscerà il controllo e non ti sarà inserito il commento. Grazie.
Aggiorna Captcha »


IMPORTANTE: Il materiale presente nel sito è puramente indicativo. L'utilizzo libero e personale delle informazioni, contenute all'interno del sito, è e rimane di responsabilità dell'utente. Non ci si assume alcuna responsabilità giuridica nel caso di incidente o danni di qualsiasi genere ed origine nell'uso del citato materiale. La visualizzazione o la stampa di informazioni contenute nel sito www.montagnando.it implicano, in modo imprescindibile, la presa visione e l'accettazione di quanto contenuto nell'allegata NOTA INFORMATIVA DI RESPONSABILITA' riguardante la "responsabilità dell'utente" nell'utilizzo delle sopracitate informazioni.

Attenzione: per visualizzare gli annunci pubblicitari viene utilizzato un cookie DoubleClick DART. L'utilizzo di questo cookie consente a Google di pubblicare annunci mirati per gli utenti. Questi cookie non permettono in alcun modo di identificare personalmente l'utente e non includono dati personali.





In questo sito utilizziamo cookies di profiliazione e di terze parti per l'inoltro di pubblicità mirata. Nell'informativa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Continuando a navigare in questo sito acconsenti all'uso dei cookies. Ok Informativa

- Stampa -